Rapporto mensile Abi, a settembre migliorano prestiti e mutui

19 Ottobre, 2016, 01:13 | Autore: Doriano Lui
  • Economia					Banche tassi su prestiti al minimo storico ad agosto

E' quanto emerge dal dato pubblicato nel rapporto mensile dell'Abi, che sintetizza l'andamento dei tassi fissi e variabili ed e' influenzato anche dalla variazione della composizione fra le erogazioni in base alla tipologia di mutuo.

Nello scorso mese di settembre del 2016 in Italia l'ammontare dei prestiti alla clientela che sono stati erogati dagli Istituti di credito è stato pari a 1.807,7 miliardi di euro.

Inoltre lo scorso mese il tasso di interesse medio sul totale della raccolta bancaria da clientela (somma di depositi, obbligazioni e pronti contro termine in euro a famiglie e società non finanziarie) si è portato dall'1,04% del mese precedente all'1,02%.

Il rapporto tra sofferenze nette e impieghi totali si è attestato al 4,76%, dal 4,73% di luglio e dal 4,79% di agosto 2015. Dalla fine del 2007, prima dell'inizio della crisi, a oggi la raccolta da clientela è passata da 1.513 a 1.656,9 miliardi di euro, segnando un aumento in valore assoluto di oltre 144 miliardi. Gli ultimi dati ufficiali disponibili, relativi ad agosto 2016, confermano la ripresa del mercato dei mutui: l'ammontare complessivo dei mutui in essere delle famiglie ha registrato una variazione positiva del quasi 2% nei confronti di fine agosto 2015. Prestiti a famiglie e imprese a -0,01%. Il tasso sui mutui a settembre ha raggiunto il 2,05%, al di sotto del minimo storico del 2,16% del mese precedente.

Anche il tasso medio sulle nuove operazioni per acquisto di abitazioni si è attestato su un nuovo minimo storico: 2,05%. Nel rapporto si leggono risultati analoghi con riguardo alle nuove operazioni di finanziamento alle imprese: il tasso di interesse si è collocato all'1,67% (rispetto a 1,66% il mese precedente e 5,48% a fine 2007).

Raccomandato: