Terremoto: scossa più forte in Italia dal 1980

31 Ottobre, 2016, 20:37 | Autore: Santina Resta
  • Vigili del fuoco trasportano mobili nel centro di Visso una delle località più colpite dal sisma- ANSA

La sequenza classica, nella quale le repliche di un terremoto hanno un'intensità e una frequenza che tendono gradualmente a diminuire è ciò che si verifica di solito, ma non è affatto una regola.

A partire dal terremoto dell'Irpinia i terremoti più forti avvengono in Italia nella zona dell'Appennino centrale: "Nel recente passato nella storia sismica dell'Italia è stato pesantemente coinvolto l'Appennino Centrale, che da quasi 40 anni sta dando luogo ai fenomeni maggiori registrati nel nostro Paese", ha detto il sismologo Antonio Piersanti, dell'Istituto nazionale di Geofisica e Vulcanologia (Ingv). "Dobbiamo assistere oltre 5.000 persone". "Dormivo in auto, ho visto l'inferno."E' venuto tutto giù, ormai non ci stanno più i paesi"".

La figura mostra come l'area degli epicentri del terremoto odierno (in rosso) si collochi in una zona compresa tra le aree epicentrali del sisma di Amatrice del 24 Agosto (in viola) e quelle del sisma di Castelsantangelo del 26 Ottobre, interessando il sistema di faglie estensionali della piana di Norcia.

"Io sono a Fano, dove vivo, ma mi dicono che ci sono stati crolli, che è un disastro! Vedere la chiesa di San Benedetto, la chiesa di Santa Maria Assunta, la torre del Comune, vedere tutto ciò che circonda questa piazza completamente distrutto è una cosa terribile". Crolli a Preci e Camerino. L'epicentro viene localizzato tra le province di Macerata, Perugia e Ascoli Piceno, a 5 km da Norcia. Se allora il tributo di vittime fu enorme, il bilancio oggi fortunatamente è "solo" di alcune decine di feriti.

La scossa è stata avvertita fortissima in tutto il centro Italia ma anche lungo tutto lo stivale, da Bolzano alla Puglia. Chiusa anche la basilica di S. Paolo e parte di quella di S. Lorenzo. Il presidente del Consiglio Renzi ha deciso di cancellare gli appuntamenti pubblici che aveva in agenda oggi.

Il Capo Dipartimento Fabrizio Curcio ha immediatamente convocato tutti i vertici delle strutture operative presso la Dicomac di Rieti. Il forte sisma è stato nettamente avvertito anche a Roma e Firenze.

Raccomandato: