Giornata mondiale del diabete 14 novembre 2016: come prevenirlo

08 Novembre, 2016, 20:32 | Autore: Fausta Monteleone
  • Arriva anche a Gela la Giornata mondiale prevenzione del diabete

La prevenzione è fondamentale per prevenire possibili complicanze che possono incidere pesantemente sulla qualità della vita. Sommando i dati, il 9,2% della popolazione italiana ha la glicemia "sballata".

In piazza scenderanno dei gazebo di colore blu, attrezzati di tutto punto per effettuare subito una valutazione del rischio, screening gratuiti e distribuire ovviamente materiale informativo.

"Informare, sensibilizzare significa fare prevenzione".

Il Italia, dal 2002, a fare da portavoce della Giornata Mondiale del Diabete (istituita nel 1991) è 'Diabete Italia', che si preoccupa di organizzare la settimana dedicata. I servizi di diabetologia e i medici di famiglia aderenti saranno a disposizione per screening gratuiti (non occorre l'impegnativa). Un'operazione che mira a informare i cittadini di tutti i rischi di una patologia che coinvolge nel mondo circa 415 milioni di persone adulte, che le stime però portano a 640 milioni entro il 2040.

La novità di quest'anno è la Settimana di prevenzione presso gli ambulatori di diabetologia e quelli di medici di medicina generale', fino al 13 novembre.

Il diabete è sempre più diffuso nel nostro Paese: sono tre milioni gli italiani in cura per il diabete di tipo 2 ma la notizia più incredibile è che un altro milione avrebbe la patologia ma senza aver mai ricevuto una diagnosi.

E' necessario, sottolineano gli esperti, educare i più piccoli a uno stile di vita sano, abituandoli a svolgere attività fisica in modo regolare, nella quotidianità. "Quindi puntare su una corretta alimentazione, preferendo i cibi semplici, a km zero, eliminando tutto ciò che è molto ricco di grassi", evidenziano. Sbagliato saltare i pasti, a partire dalla prima colazione. Quest'anno la Giornata mondiale è dedicata anche alla prevenzione del diabete nei cani e nei gatti. Grazie al patrocinio dell'ANMVI (Associazione Nazionale Medici Veterinari Italiani) e di FNOVI (Federazione Nazionale Ordine Veterinari Italiani) e al supporto non condizionante di MSD Animal Health, si celebra il "Mese del Diabete del Cane e del Gatto" curata da MCO International Group. Il calendario delle iniziative è disponibile sul sito www.giornatadeldiabete.it (nella sessione "La mia piazza"). Su di loro l'incidenza del diabete mellito varia da 1:100 a 1:500. Nel cane, si è osservata una predisposizione genetica in alcune razze come i barboncini, gli yorkshire, i golden retriever, i labrador e i pastori tedeschi. Tra i sessi, le femmine sterilizzate le più colpite dalla malattia. Nei felini l'allarme maggiore riguarda quelli in sovrappeso, in età avanzata e i maschi non sterilizzati. Una tempestiva diagnosi e la terapia insulinica - accompagnata a stili di vita e d'alimentazione corretti - permettono all'animale diabetico di vivere una vita normale.

Raccomandato: