Novara: uccide il figlio disabile e poi cerca di uccidersi, è grave

08 Novembre, 2016, 17:08 | Autore: Santina Resta
  • Novara: uccide il figlio disabile e poi cerca di uccidersi, è grave

La notte tra lunedì 7 e martedì 8 novembre un uomo ha ucciso il figlio disabile che dormiva e poi ha tentato di suicidarsi.

Il tentativo di suicidio con il gas non è però andato a buon fine, e l'uomo si trova ora ricoverato in gravi condizioni presso l'ospedale di Novara e dovrà rispondere dell'accusa di omicidio. Secondo le prime informazioni, il padre cinquant'anni, temeva per il futuro del figlio e lo avrebbe soffocato nel sonno per farla finita.

L'uomo era l'unico familiare che si occupava del ragazzo disabile: la moglie del 50enne, madre del giovane, era infatti morta un anno e mezzo fa, stroncata da un male incurabile. Ad avvisare i carabinieri è stato lo zio con i quali dovevano cenare.

E' stato un parente a intervenire: Pietro Spina quella sera doveva recarsi a cena da loro e non avendolo visto si e' preoccupato e si e' recato a casa del congiunto, un appartamento in una palazzina di Vespolate. Nemmeno lui è riuscito a parlarci: era già privo di conoscenza.

Raccomandato: