Su treni Trenord arriva la "carrozza sicura" con telecamere e sos

09 Novembre, 2016, 02:06 | Autore: Fausta Monteleone
  • Trenord arriva la carrozza speciale per sentirsi più sicuri

E ancora, una convenzione tra Trenord e Polizia di Stato per aumentare la sicurezza su tutti i treni regionali, incrementando tra le altre cose la presenza della Polfer su tutti i convogli. Tre gli aspetti principali del documento: lo scambio delle informazioni in tema di sicurezza, dotazioni tecnologiche a supporto dell'attività delle pattuglie Polfer ed una collaborazione più stretta per orientare al meglio i servizi di polizia nonché per prevenire e contrastare la commissione di reati a bordo dei treni regionali. Per ora sarà presente solo sui treni "Coradia" in funzione sulla linea Milano-Brescia che si ferma a Treviglio e Romano.

La firma è stata simbolicamente apposta sulla carrozza denominata "Safe and quiet on board" ("Sicurezza e tranquillità a bordo", ndr), una nuova vettura sperimentale posta al centro di un convoglio della società che gestisce il servizio ferroviario lombardo della tratta Milano-Como, dotata di telecamere e di tre pulsanti di emergenza.

Parte integrante della convenzione con la Polizia di Stato anche il Comitato terttoriale che si riunirà mensilmente - "e ogni altra volta che sarà necessario" - per predisporre le misure di sicurezza più adeguate sulle diverse tratte. Inoltre Polfer svolgerà mirati servizi di "scorta" sui treni, con il fine prioritario di tutelare la sicurezza dei viaggiatori e del personale ferroviario. Questo piano ha previsto, in particolare, l'attivazione di un "Focal Point Security" che ha permesso, grazie alla partecipazione attiva di tutto il personale di bordo, di individuare i treni ed i luoghi in cui si registrano minacce, violenze verbali, atti vandalici, intemperanze, aggressioni al personale ferroviario ed evasione tariffaria.

L'incontro odierno è stato utile anche per sottolineare alcuni dati sulla sicurezza a bordo dei treni. I treni scortati dalla Polfer da inizio anno sono stati complessivamente 16.204, mentre 23.546 i servizi di vigilanza nelle stazioni interessate dal transito dei treni Trenord. 267 gli arrestati e 1532 gli indagati in ambito ferroviario dall'inizio dell'anno.

Raccomandato: