Beppe Grillo: "Ha vinto la democrazia, buon lavoro a Mattarella"

06 Dicembre, 2016, 23:14 | Autore: Santina Resta
  • La casa di Grillo? E'l'ambasciata italiana di Liberland

Norma 'anti flipper': Viene introdotta la cosiddetta norma 'anti flipper', che punta a diminuire la causalià nell'attribuzione dei seggi, dopo il calcolo a livello nazionale, con il meccanismo dei quozienti e dei resti, in modo da non penalizzare i partiti piu piccoli.

Inoltre, nel post referendum le forze politiche sembrano aver cambiato idea sull'Italicum.

"Evviva! Ha vinto la democrazia".

Il fondatore del Movimento 5 Stelle ha poi fatto ritorno a casa dove, ha dichiarato ai giornalisti, seguirà lo spoglio dei voti. Peccato che fino a qualche settimana fa lo aveva definito "antidemocratico e anticostituzionale". "Nei prossimi giorni si iniziera' a votare".

"La nostra soluzione e l'azione di controllo della consulta garantiscono l'approvazione di una legge costituzionale e al di sopra delle parti". Questo però è un proporzionale puro e qualora venisse adottato non garantirebbe stabilità al prossimo governo. Questa la posizione del Movimento 5 Stelle dopo la sconfitta di Renzi al referendum.

Questo voto ha due conseguenze rilevanti. "Sapendo che questi l'unica cosa che potranno produrre e una legge contro il M5s". Vorrei tranquillizzarlo. Le elezioni non sono un'arma, tantomeno una mia arma. "La governabilità non dipende dalla legge elettorale ma dagli uomini", gli fa eco Alessandro Di Battista. E noi che cosa dovremmo fare? I più importanti sono la presenza di liste parzialmente bloccate (che era già stata dichiarata incostituzionale nella precedente legge elettorale, il cosiddetto "Porcellum") e la faccenda del ballottaggio che assegna un grosso premio di maggioranza. Con buona pace della stabilità parlamentare.

Ma a dare la tara della possibile strategia, c'è il messaggio twittato da Luca Lotti: "Tutto è iniziato col 40% nel 2012".

- L'ITALIKOS: e' la proposta dei Giovani turchi del Pd, un mix tra l'Italicum e il modello elettorale greco (da qui il nome scelto dai proponenti).

Il petrolio, com'è noto, non è una risorsa rinnovabile, ed è per questo che Beppe Grillo ne propone il superamento. Il deputato campano che sta attenendo i risultati a Napoli ha anche dato appuntamento via Fb a "tutti gli amici del Movimento 5 Stelle della Campania, siamo ad aspettare i risultati definitivi del referendum a Napoli in via Port'alba 28". Ma con quale legge elettorale? Questa potrebbe essere una strada. Si tratta del gasdotto Trans-Adriatico, il Tap, della cui costruzione si occupa la società TAP-AG, guidata in Italia da Michele Mario Elia, già ad di Ferrovie dello Stato. Verrà raggiunto un accordo? La voce si è sparsa in giro per il mondo e sembra che già duecentomila persone hanno richiesto la cittadinanza. Tuttavia, se si vuole tornare al voto in primavera bisognerà fare in fretta.

Raccomandato: