Scoperta mummia regina Nefertari al Museo di Torino

06 Dicembre, 2016, 22:22 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Scoperta mummia Nefertari a Museo Torino

Identificata la mummia di Nefertari. All'epoca, le analisi per identificarne l'esatta origine non potevano essere molto accurate e solo ora quei resti sono stati associati alla leggendaria regina egiziana.

Una scoperta di stroardinaria importanza: secondo un gruppo di archeologi internazionali coordinati dall'Università britannica di York, al Museo Egizio di Torino sarebbero conservate le gambe di Nefertari, una delle regine più celebri dell'Antico Egitto, la moglie preferita del faraone Ramses II. Per identificare i suoi resti gli studiosi hanno messo a confronto fra loro analisi chimiche, antropologiche, genetiche e datazione al radiocarbonio, che hanno dato come risultato la certezza che i resti sono quelle di una donna adulta di circa 40 anni di età. Lo studio che ha portato all'identificazione della famosa regina le cui gambe sono attualmente conservate in una teca, è stata pubblicata su Plus One. Non c'è stata invece la possibilità di fare il test del Dna, visto che non è disponibile il corredo genetico di nessuno dei parenti più stretti della regina. A Nefertiti venne dedicata una tomba splendidamente decorata nella Valle delle Regine e scoperta nel 1904 dall'archeologo italiano Ernesto Schiaparelli. Tra gli elementi più forti a sostegno dell'ipotesi, oltre all'età della donna al momento della morte, il metodo di imbalsamazione delle gambe, tipico del XIII° secolo, periodo in cui regnò il faraone Ramses II (1290-1224 a.C.). Sulla facciata del tempio si trovano due statue della stessa dimensione, raffiguranti Ramses e Nefertari.

Raccomandato: