Tim Burton e Bebe Vio alla première di "Miss Peregrine" a Roma

06 Dicembre, 2016, 22:35 | Autore: Bianca Mancini
  • Miss Peregrine

Allegro e meno timido del solito, l'acclamato regista ha parlato con soddisfazione del suo ultimo lavoro, raccontando di essere rimasto colpito dall'omonimo libro fin dal titolo, che ha generato in lui molta curiosità verso questi 'ragazzi speciali'. "È meraviglioso", ha detto a Vanity Fair la campionessa mondiale alle Paralimpiadi di Rio 2016.

Le mie storie sono per chi ci trova qualcosa d'interessante. Se alla cena con Obama l'abito bianco faceva parte della collezione Primavera/Estate 2017, questa volta è stato realizzato appositamente per lei e l'ha così entusiasmata che non lo toglierebbe più di dosso. "Inoltre è come un'attrice del cinema muto, è in grado di parlare solo attraverso gli occhi e le espressioni del viso".

Tra gli interpreti della pellicola, Eva Green nei panni di Miss Peregrine, Asa Butterfield nei panni di Jacob, Samuel Jackson nel ruolo di Barron, Judi Dench nel ruolo di Miss Avocet.

Viviamo in una società che tende a categorizzare le persone, ma fortunatamente avevo una nonna che mi supportava nelle mie stranezze e anche un professore di arte, uno solo, che mi incoraggiava a essere me stesso, al meglio che potevo. "Dopotutto si sa, i musicisti sono drammatici". Che si tratti di animazione computerizzata, stop-motion o classica live action, Burton riesce a manipolare gli stilemi classici per creare qualcosa di completamente nuovo. I burattini e i pupazzi utilizzati sono delle vere e proprie opere d'arte. Ma anche i computer ti permettono di fare grandi cose. Perché siamo come quelle coppie che si lasciano e si ripigliano, si rilasciano e si riprendono. Sta di fatto che sto ancora elaborando questi temi con i miei film: "forse è la forma di terapia più costosa che esista".

Ma cosa l'ha colpita del libro di Riggs tanto da volerlo portare sul grande schermo?

Ed ecco la storia di Miss Peregrine - La casa dei ragazzi speciali. Magrissimo, sempre vestito di nero e un po' incanutito, con una pazienza inesauribile Burton ha incontrato la stampa per tutto il giorno in diversi momenti, tra cui la canonica conferenza stampa, dove ha risposto in modo molto sintetico a tutte le domande. Sono stato fortunato, bastano due persone che ti aiutano a essere quello che sei e spero che tutti ne abbiano almeno una. Torneremo a lavorare insieme, diciamo che aveva bisogno di prendersi una piccola pausa da me.

Raccomandato: