8 marzo, sciopero di trasporti, scuola e sanità: città paralizzate

08 Marzo, 2017, 01:28 | Autore: Bianca Mancini
  • 8 marzo sciopero sciopero 8 marzo sciopero donne 8 marzo sciopero festa della donna

Molti i settori in cui potrebbero registrarsi disagi: per la Flc-Cgil che incrocerà le braccia il comparto scuola, università, enti pubblici di ricerca e alta formazione artistica e musicale, si fermano anche i dipendenti di tutte le aziende pubbliche e private del servizio sanitario nazionale aderenti a Cub-Sanita'. Alle 10 altro presidio alla Garbatella (piazza Oderico da Pordenone), davanti alla Regione Lazio: claim della manifestazione "libere di scegliere, pronte a reagire!". Le proteste indette da Orsa, Faisa Cisal e Usb andranno a sovrapporsi a quelle in Roma Tpl proclamate da Cgil, Cisl, Uil e Usb.

Stop a bus, tram, metropolitane e ferrovie urbane gestite da Atac: la cosiddetta Roma Nord cioè la Roma-Civita Castellana-Viterbo e la Roma-Lido. Lo stop sarà di 24 ore, ma saranno rispettate le consuete fasce di garanzia da inizio servizio alle 8.30 e dalle 17 alle 20. Nella notte tra l'8 e il 9 marzo non è garantito il servizio dei bus notturni e della linea 913. Per i trasporti sono possibili problemi e cancellazioni a partire dalla mezzanotte di martedì 7 marzo fino alle 21 dell'8 marzo su tutte le linee, ad eccezione delle Frecce. A Milano lagitazione è prevista dalle 8,45 alle 15,00 e dalle 18,00 al termine del servizio.

Lo sciopero coinvolgerà anche i trasporti aerei dalla mezzanotte di martedì 7 marzo alle 23.59 di mercoledì. Una questione sottovalutata, o persino derisa, certamente ignorata da larga parte della nostra classe dirigente, politica e non. "Alleghiamo in sintesi gli 8 punti di rivendicazione individuati dalla rete Nonunadimeno italiana per lo sciopero dell'8 marzo". Ogni donna, ma anche ogni categoria professionale e sindacale, infatti, deciderà in che modo aderire allo sciopero. E' quanto dichiarato dalla sottosegretaria alla presidenza del consiglio dei ministri, Sesa Amici, intervenuta agli Stati generali delle amministratrici organizzati da Anci a Roma.

Sarà un 8 marzo di sciopero, quello di quest'anno: è una mobilitazione internazionale, che coinvolge circa quaranta paesi del mondo, e vede protagoniste le donne. "Dunque - ha concluso- non penso che abbiamo fatto una grande operazione". Domani sarà tempo di sciopero generale 8 marzo 2017. "Denuncia il sessismo e il dominio maschile come fondamento di tutte le forme di dominio, sfruttamento, diseguaglianza che la storia ha conosciuto". Lo sciopero globale, lanciato in Argentina e poi ripreso da una quarantina di Paesi nel mondo, in Italia è stato proposto dal movimento 'Non una di meno', ha visto l'adesione di diverse sigle di base e avrà una durata di 24 ore.

Raccomandato: