Casa » Sport

Inter, ultimo mese decisivo per Pioli: riconferma sempre più lontana

20 Aprile, 2017, 17:11 | Autore: Eufebio Giannola
  • Simeone conteso dall'Inter

Il tecnico dell'Inter, Stefano Pioli, ha parlato così in conferenza stampa all'antivigilia della gara contro la Fiorentina (parole riportate da fcinter1908.it): "Saranno sei partite importantissime, dobbiamo fare in modo che siano tutte determinanti". Abbiamo sempre avuto l'idea di affrontare ogni squadra come se fosse una finale. E' difficile trovare qualcosa che ci è mancato se non l'attenzione su due palle inattive. "Abbiamo commesso degli errori che prima non commettevamo". Durante la stagione sono normali dei cali fisici e psicologici, nelle ultime partite ci è mancata la concentrazione per tutti i 95'.

Per questo la riconferma di Pioli ad oggi appare sempre più lontana, anche se a suo discapito c'è da considerare la disastrosa situazione trovata dopo l'esonero di de Boer: 39 punti in 20 partite che attestano l'Inter al quarto posto da quando l'ex tecnico della Lazio si è seduto sulla panchina nerazzurra. Non credo che il problema sia aver perso l'obiettivo Champions.

"Ho la fortuna di poter scegliere e inevitabilmente devo penalizzare qualcuno. tutti devono continuare a lavorare con entusiasmo per farsi trovare pronti quando verranno chiamati in causa".

Miranda. "Ha già dimostrato tutte le sue qualità e non è il singolo che può fare meglio ma tutto il collettivo che deve lavorare con piu' attenzione e precisione tatticamente e tecnicamente". "A fine campionato i nostri risultati parleranno per noi e si faranno bilanci e valutazioni".

POCHE CERTEZZE - "Questo non ha influito sulla squadra. 2-3 cambi possono sempre starci".

Stefano Pioli non risponde alla domanda su un interessamento della Fiorentina ma si sbilancia ricordando con un pò di nostalgia la sua esperienza da calciatore in viola. Non eravamo abituati a non vincere per 4 partite.

"Nel derby c'è stata una situazione particolare, abbiamo sbagliato nelle palle inattive". Sarebbe cambiato molto con tre punti in più in classifica, quello è stato il nostro grande errore. Abbiamo 6 mesi di rincorsa estenuante, ora siamo un po' indietro ma possiamo migliorare ancora, il gap non è così ampio. "Sono quattro partite che non vinciamo e sarebbe bello farlo a Firenze". "Bisogna adesso parlare sul campo".

Raccomandato: