Trump, ordine esecutivo per difendere lavoro e prodotti Usa

21 Aprile, 2017, 18:02 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Trump “L’America al primo posto”. Ordine esecutivo per difendere prodotti e lavoratori

"Grazie per la leadership che l'Italia esercita nella stabilizzazione della Libia", ha detto poi il presidente americano Donald Trump nella conferenza stampa congiunta con Paolo Gentiloni.

Diverso il discorso per l'intervento in Iraq, dove le nostre truppe stanziano da mesi ad Erbil a difesa della ditta italiana che si occupa della costruzione della diga di Mosul. Una volta che i paesi hanno firmato un accordo sul libero scambio, l'economia statunitense non è migliorata.

Le crisi in Libia e Siria, l'impegno dell'Italia nella Nato, il G7 di Taormina. Per Gentiloni serve un "impegno politico" e "il lavoro degli Usa è fondamentale". "Attendo di accogliere il presidente e la first lady a Taormina, confido che sia l'occasione per mostrare l'unità dei leader delle economie libere del pianeta perchè ne ha molto bisogno", è stato l'invito del presidente del Consiglio, che su questo ha trovato il consenso del presidente Usa, che si è detto entusiasta di visitare la Sicilia. Anche se filtrano pressioni reciproche: l'Italia vorrebbe una maggior presenza di Washington su Tripoli.

Quella di Trump, che ha deciso di bombardare una base militare siriana, è stata "una risposta motivata all'uso di armi chimiche, è stato un messaggio chiaro a Bashar" al Assad, il presidente della Siria. "Questo non vuol dire solo confermare un ancoraggio storico della nostra politica estera ma coltivare i nostri interessi nazionali, con i nostri principi e i nostri valori che sosteniamo a testa alta". Il presidente del Consiglio è a Washington e domani sarà a Ottawa, dal primo ministro canadese Justin Trudeau.

E ancora: "L'Italia è il paese del dialogo, siamo orgogliosi di aver tenuto aperto porte anche in situazioni difficili". Gli Usa, secondo indiscrezioni di stampa, potrebbero chiedere all'Italia di cambiare la natura della presenza in Iraq e partecipare anche a operazioni militari.

Questa disposizione colpisce compagnie altamente tecnologiche come la "Tata Consultancy Services Ltd", la "Cognizant Tech Solutions Corp" e la "Infosys Ltd", che impiegano migliaia di ingegneri e programmatori stranieri sparsi nel mondo, specialmente dall'India.

Paolo Gentiloni, ospite alla Casa Bianca, rompe subito gli indugi.

Raccomandato: