Marano: gioielliere ucciso nel suo negozio. Svuotata la cassaforte

18 Mag, 2017, 18:09 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Marano: gioielliere ucciso nel suo negozio. Svuotata la cassaforte

Tutte le piste sono aperte, al momento: dal suicidio all'omicidio. A chiamare i carabinieri, nelle ultime ore, era stata la madre della vittima, preoccupata perché il figlio non era tornato a casa. Un testimone, Giuseppe Iavarone, ha raccontato di aver aperto la porta della gioielleria e di averla trovata a soqquadro. I carabinieri stanno cercando di ricostruire la dinamica lavorando insieme alla compagnia dei militari di Giugliano. Davanti alla gioielleria Gala c'è il pm di turno della procura di Napoli nord che sta coordinando le indagini dei carabinieri di Giugliano.

Terribile omicidio, quello avvenuto a Marano, paesino in provincia di Napoli, dove oggi è stato trovato senza vita il gioielliere Salvatore Gala. Un uomo è stato trovato morto in una gioielleria di via Merolla 77. La gioielleria fu aperta in passato dal padre di Salvatore Gala. La cassaforte era aperta e vuota. Gli inquirenti gli hanno contestato i reati di omicidio e rapina in concorso, oltre a reati legati al possesso illegale di arma da fuoco. Potrebbe trattarsi, secondo le prime ipotesi, di un regolamento di conti con una rapina simulata, ma l'accaduto è appena al vaglio degli investigatori.

L'uomo era separato e aveva una figlia di sette anni. Molto si potrà capire dalla telecamera posizionata all'esterno del suo negozio. La cassaforte è stata svuotata.

Raccomandato: