Casa » Sport

Chievo-Roma, Spalletti: "Dzeko è disponibile. Il mio futuro non interessa"

19 Mag, 2017, 19:05 | Autore: Eufebio Giannola
  • Nesta chiama Totti negli States Pupone pronto per il viaggio a Miami

Ma come ho sempre detto lo devo trattare come un giocatore importante che fa parte di una squadra, poi devo fare delle scelte e qualche volta l'ho penalizzato, mi dispiace di ciò. In qualsiasi direzione si guardi, ci trovi Francesco Totti.

Nonostante il successo sulla Juventus non c'è nessun pensiero a possibili sorprese in testa alla classifica: "Il campionato lo vince giustamente la Juventus, noi dobbiamo vincere sempre anche per il secondo posto". Il Chievo ha messo in difficoltà anche squadre più forti, ha un'identità chiara e precisa che percorre e viene sviluppata ad alta velocità e con qualità. Giocare la Champions è una delle cose più belle del calcio - ha detto Spalletti, che poi ha aggiunto - Dzeko è a disposizione. Roma direttamente alla fase a gironi della prossima competizione continentale più prestigiosa, Napoli ai Preliminari.

Infine una battuta sul futuro e sui nomi che vengono accostati alla Roma. La società prendendo Monchi fa vedere che vuole portare i migliori a lavorare nella Roma. "Ma del futuro allenatore dell'Inter, del futuro allenatore della Roma non ce ne deve fregare niente, ci deve fregare solo del Chievo, Chievo e basta". E' tutta la settimana che mi chiamo Chievo - Rombo, perché il gioco del Chievo lo ha fatto con il rombo, quella è la sua formazione.

Quando si lavora in maniera seria per arrivare ad un obiettivo, parlare di delusione mi sembra eccessivo.

Futuro all'Inter o Tottenham. Siamo tutti proiettati verso il secondo posto. Ci interessano queste due partite qui, loro hanno delle caratteristiche. Sono tra le peggiori per cross, possesso palla nella metà campo avversaria, nel giro palla, ma quando la riconquistano sono tra le migliori per le verticalizzazioni improvvise, hanno il maggior numero di giocatori in fuorigioco, fanno meno possesso, sono i più bravi sui rimbalzi, sulle seconde palle, loro sono i più bravi di tutti in questo momento qui. Perdere punti con le piccole è una cosa che avveniva anche nella sua prima esperienza... Quelle che abbiamo perso non ci hanno disturbato. Queste sono le partite che ci possono dare la felicità. Non avevo mai battuto la Juventus, solo una volta in Coppa Italia con il 3-2 a Torino con Okaka, Rosi e Tommasi sotto la neve, avevo vinto perché nevicava. "Abbiamo lasciato per strada qualche risultato che ci fa male e ci porta tristezza, questa è la partita che li può spazzare via". La prossima settimana arriverà Pallotta.

Raccomandato: