CPU Ryzen e GPU Vega anche nei notebook dalla seconda metà del'anno

19 Mag, 2017, 21:24 | Autore: Piera Gizzi
  • CPU Ryzen e GPU Vega anche nei notebook dalla seconda metà del'anno

Queste architetture arriveranno una nel corso del 2018 come revisione ed affinamento dell'attuale generazione Ryzen e l'altra nel 2020, presumibilmente con un netto miglioramento dell'IPC. Si tratterà di processori con un numero massimo di 64 core logici, capaci di gestire fino a 128 piste PCIe (in paragone, i processori Intel Xeon ne gestiscono meno di un terzo). Difatto, i Ryzen 3 non saranno delle semplici CPU, ma delle APU (accelerated processing unit), ovvero delle unità di calcolo complete, basate su 4 core fisici e 8 thread.

I primi processori AMD Ryzen basati sulla nuova architettura AMD Zen sono stati progettati per computer desktop, e ne abbiamo parlato diffusamente in questi ultimi mesi, ma nella seconda metà del 2017 (quindi per giugno) l'azienda di Sunnyvale introdurrà anche i chip per notebook, tablet e convertibili basati sulla stessa tecnologia.

A dire il vero, il cambiamento di AMD è stato molto più radicale rispetto a quello che ha coinvolto Intel: se, infatti, Kaby Lake non è altro che un aggiornamento della linea Sky Lake (poche differenze, come un nuovo processo produttivo e una rinnovata scheda grafica integrata), Ryzen di AMD è invece una vera e propria rottura con il passato, una serie di processori prodotti ex nihilo e basati su una altrettanto nuova architettura, chiamata Zen. I primi notebook e ibridi 2-in-1 arriveranno sul mercato nel secondo semestre.

Anche per le proposte destinale al datacenter AMD ha fornito chiare indicazioni per la roadmap di sviluppo futuro, che al pari delle soluzioni Ryzen prevede al momento attuale 3 differenti interazioni.

AMD ha poi mostrato anche una scheda grafica chiamata Radeon Vega Frontier Edition che estenderà la famiglia Radeon Pro e sarà principalmente destinata a data scientist, ingegneri e designer.

AMD ha infine illustrato la roadmap per CPU e GPU.

Troveremo quindi Rome a prendere il posto di Naples, ora Epyc, con architettura Ryzen 2 e tecnologia produttiva a 7 nanometri.

Raccomandato: