Corruzione, arrestati Girolamo Fazio ed Ettore Morace

20 Mag, 2017, 08:56 | Autore: Santina Resta
  • Elezioni Trapani, ''operazione mare mostrum'': arrestato l'ex sindaco e candidato Girolamo Fazio

Ettore Morace da ieri è in carcere con l'accusa di corruzione. Il carabiniere, inoltre, si sarebbe attivato per un'azione di dossieraggio nei confronti della famiglia Morace.

Non arrivano buone notizie per il governatore della Sicilia Rosario Crocetta. "Ciò perchè ho riscontrato un sovradimensionamento della compensazione finanziaria messa a base d'asta.In questo ho avuto la piena condivisione dei dirigenti generali pro tempore, Giovanni Arnone e Fulvio Bellomo e dell'assessore Giovanni Pistorio.". Ciò da' il via all'indagine "Mare monstrum".

L'inchiesta ha preso il via, come hanno spiegato gli investigatori nel corso di una conferenza stampa, dal riscontro di "gravi irregolarità circa l'affidamento, proprio a favore della Liberty Lines, dei servizi di collegamento a mezzo unità veloci per le isole Egadi ed Eolie".

FAZIO - Per quanto riguarda la posizione di Mimmo Fazio (qui potete leggere un nostro approfondimento), il procuratore Lo Voi parla di uno stabile e continuativo "asservimento" nei confronti del Morace, con l'interessamento del deputato, tra le altre cose, per bloccare la nomina di Giuseppe Prestigiacomo quale consulente all'Ars per il trasporto marittimo non gradito a Morace.

Crocetta adesso si difende: "Non ho nulla da temere e ho piena fiducia sulla possibilità che tutto sarà chiarito".

- Morace gode del forte appoggio del Sottosegretario di Stato al Ministero dei Trasporti, Senatrice Simona Vicari (il cui fratello è anche dipendente della Liberty Lines). O risparmiando milioni di euro grazie a un emendamento alla Legge di Stabilità voluto dalla Vicari, che abbassava l'Iva sui trasporti marittimi dal 10 al 4%: operazione che ha portato un ammanco di 7 milioni alle casse dello Stato. L'avviso di garanzia le è stato notificato. Dopo avere aderito al Popolo della libertà nel giugno 2011, un anno dopo è diventato consigliere comunale di Trapani nella "Lista Fazio" e deputato all'Assemblea regionale siciliana, primo eletto nella lista del Popolo della Libertà. Avrebbe ottenuto da Morace, tramite l'intercessione di Montalto, una liquidazione superiore a quello che le spettava dopo la fine del rapporto con "Siremar s.p.a.", società acquistata dall'armatore.

Raccomandato: