Niente glutine e lattosio Un neonato è morto

20 Mag, 2017, 10:35 | Autore: Fausta Monteleone
  • Ibis tramezzino senza glutine

I due sono vegetariani, e per sette mesi hanno evitato di dare il latte vaccino al piccolo che, dopo segni di malnutrizione cronica e disidratazione, non ce l'ha fatta.

È accaduto in Belgio, dove i giornali locali hanno ricostruito la vicenda, che ha avuto inizio il 6 giugno 2014 e si sta dibattendo ancora oggi nei tribunali. I genitori, che gestiscono un negozio di alimenti naturali a Beveren, hanno deciso di sottoporre ad una dieta glutine free il loro bambino, senza consultare nessun medico o pediatra. È morto così Lucas, 7 mesi, che pesava poco più di un neonato (quattro chili). Ma a quel punto era già troppo tardi: disidratato, con lo stomaco completamente vuoto, "patologicamente malnutrito", i medici non hanno potuto far niente per lui. Non volevamo che nostro figlio morisse. "Non lo portammo da un medico perché ci sembrava non avesse nulla di strano", si è difeso il padre. La madre non avrebbe trattenuto le lacrime mentre dichiarava ai magistrati: "Lucas a volte prendeva peso, altre volte ne perdeva un po'". Quel giorno Lucas ha attraversato metà paese per essere visitato da un omeopata, che non appena ha visto il bimbo ha indirizzato i genitori verso l'ospedale.

Un ampio novero di adulti, tutti nel pieno delle loro facoltà mentali, ha recentemente deciso di voler bandire lattosio e glutine dall'alimentazione quotidiana, anche in assenza di reali necessità cliniche, credendo che i due principi nutritivi svolgano una sorta di azione nefasta sull'organismo umano, in base a non precisate alchimie pseudo-chimiche e pseudo-biologiche.

Lo stesso omeopata al quale i genitori di Lucas, Peter e Sabrina, si erano presentati in occasione di un aggravamento delle condizioni di salute del bambino, vista la gravità della situazione li aveva esortati a rivolgersi prontamente in ospedale, ma qui il piccolo sarebbe giunto ormai senza vita.

Questi tipi di latte, infatti, non contengono i nutrienti necessari alla crescita del bambino perché non hanno proteine, minerali e vitamine necessarie. "Hanno agito in buona fede" è, infine, la replica del difensore dei genitori della vittima.

Raccomandato: