Manchester, blitz della polizia: cinque arresti

25 Mag, 2017, 12:48 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • 20170523_192141_4A9095E4

Tra i libici interpellati dal Libya Herald c'è anche chi, come Mousa al-Naili, si dice "molto amareggiato" ed esprime vicinanza alle famiglie delle vittime della strage di Manchester insieme alla speranza che "non si creda che tutti i libici siano terroristi".

A conferma di quanto detto ai giornali da Hopkins il raid condotto stamane nel centro di Manchester in un appartamento che gli inquirenti ritenevano potesse essere stato il covo presso il quale l'ordigno sarebbe stato confezionato. Secondo il Daily Mail, che ha diffuso le immagini dell'arresto, l'operazione è scattata alle 10.30 di questa mattina, di fronte a un supermarket della catena Morrisons a Chorlton-Cum-Hardy, nella zona di Manchester sud.

Il Telegraph ha parlato con un leader della Ramadhan Foundation, Mohammed Shafiq, che ha rivelato che Abedi era stato segnalato due anni fa "perché ritenuto coinvolto in estremismo e terrorismo": "Le persone della comunità erano preoccupate per il modo in cui si comportava e lo avevano segnalato attraverso gli appropriati canali". Ad esempio alcune dichiarazioni dei vicini di casa dipingono da un lato una famiglia "normale", altre invece la definiscono "strana" a partire proprio dal comportamento di Salman Abedi e della sorella appena 18enne. Lo ha detto il ministro degli Interni britannico Amber Rudd dopo che martedì il premier Theresa May aveva affermato che la polizia stava investigando sulla possibilità che ci fosse un gruppo di più persone dietro l'attacco.

Ariana Grande è la cantante che nella sera del 22 maggio i ragazzi deceduti nell'attentato di Manchester erano andati ad ascoltare al concerto che ha tenuto nella città inglese.

Abedi, 22 anni, era finito in passato nel radar delle forze di sicurezza, salvo poi eclissarsi.

Sono stati compiuti altri tre arresti in connessione con l'attentato di Manchester.

Tutti i tour e gli eventi organizzati al Parlamento britannico sono cancellati "con effetto immediato" ha annunciato Westminster sul suo sito web.

Intanto dopo la strage i siti strategici di Londra - inclusi Buckingham Palace, Westminster e Downing Street - saranno da oggi sotto protezione militare: lo ha reso noto Scotland Yard, secondo quanto riporta l'Independent. In un comunicato stampa condiviso dal suo management, ufficializza che il Dangerous Woman Tour è stato sospeso per "valutare ulteriormente la situazione e tributare il giusto rispetto alle vittime" fino al 5 giugno.

Raccomandato: