Al via il G7 di Taormina, la cerimonia inaugurale al Teatro Greco

26 Mag, 2017, 15:09 | Autore: Benvenuta Pasqualone

Imponenti le misure di sicurezza, con 10.000 uomini a proteggere i leader di Canada, Francia, Germania, Giappone, Gran Bretagna, Italia e Stati Uniti: nella cittadina siciliana le strade sono completamente deserte, i negozianti hanno 'blindato' le vetrine con assi di legno e lamiere, per il timore dell'arrivo degli antagonisti che potrebbero decidere di manifestare sul lungomare di Giardini Naxos, non lontano dall'Hotel San Domenico in cui si tengono le riunioni dei leader. Comincerà poi il confronto politico su un'agenda molto ricca sulla quale restano divisioni di vedute tra alleati europei e gli Usa, in particolare sul clima e il commercio, mentre sulla lotta al terrorismo c'è una maggiore unità di intenti.

I messinesi da giorni si indignano sui social contro le televisioni nazionali e internazionali che commettono l'errore di associare Taormina alla provincia di Catania. Il premier italiano Paolo Gentiloni ha spigato che "non sarà un confronto semplice, ma l'Italia cercherà di renderlo un confronto utile, capace di far convergere posizioni". Sul tema, ha annunciato il presidente del Consiglio, sarà fatta una "dichiarazione importante".

Quello di Taormina è "senza dubbio il più difficile dei G7", ha detto il presidente del Consiglio europeo Donald Tusk, durante una conferenza stampa congiunta con il presidente della Commissione Ue Jean-Claude Juncker, prima dell'inizio del vertice.

Il cancelliere tedesco ANGELA MERKEL è invece la 'veterana' del G7, al suo dodicesimo vertice. Trump ha lasciato in serata Bruxelles, dove ha preso parte al vertice straordinario della Nato. La famiglia Trump spopola anche sul versante delle consorti: Melania è la first lady più chiacchierata (555 articoli), seguita da Brigitte Macron (129), ma la vera sorpresa è la presenza al terzo posto di Philip May (48 articoli) che ristabilisce la parità di genere.

Donald Trump e la moglie Melania sono poi saliti a bordo dell'elicottero presidenziale, destinazione Taormina.

Gli incontri del Gruppo dei sette Paesi maggiormente industrializzati si giocano oggi e domani a Taormina una partita fondamentale. A margine del summit della Nato di ieri, in occasione di un incontro bilaterale, l'inquilino dell'Eliseo ha chiesto al collega statunitense di "non adottare decisioni precipitose" su questo tema.

Raccomandato: