Destiny 2, il drop system degli esotici sarà più equilibrato

26 Mag, 2017, 12:24 | Autore: Piera Gizzi
  • Destiny 2 Pitted Against Destiny

Tabula rasa per i giocatori.

Cresce l'attesa per Destiny 2, il nuovo capitolo di quella che ormai possiamo definire senza alcun timore come una vera e propria saga, pronto a sbarcare sul mercato sul finire dell'estate, e che porterà i giocatori, affamati di esperienze inedite, in nuove avventure tutte da scoprire: fervono quindi i preparativi in casa Bungie per arrivare all'appuntamento il più preparati possibile, sebbene le prime indiscrezioni giunte in rete, inerenti tutto ciò che concerne il netcode, non abbia proprio fatto urlare di gioia i futuri fruitori del titolo.

"Gli equipaggiamenti e le armi esotiche rappresentavano un elemento molto importante in Destiny, e lo saranno anche in Destiny 2". Ci auguriamo che questa coraggiosa decisione permetta a tutti i giocatori di intraprendere questo avvincente viaggio sullo stesso livello.

A dichiararlo è stato Mark Noseworthy, a capo del progetto, durante un'intervista per VG247 dove ammette che i giocatori si sentiranno immersi nella nuova trama che s'incentra sul recuperare il potere perso a causa dei nuovi antagonisti "per essere nuovamente potenti".

La narrazione in effetti difende questa controversa scelta.

Che ne pensate di questa decisione?

L'ex Senior Programmer di Titanfall e Titanfall 2, Glenn Fiedler, ha dichiarato che per Destiny 2 è impossibile girare a 60 fps su console per colpa dell'assenza di server dedicati, il peer-to-peer crea dunque un carico di lavoro più pesante per i deboli hardware di Xbox e Playstation che non hanno abbastanza risorse per far girare il gioco a framerate più elevati.

Raccomandato: