Il gioco d’azzardo nuovo leader del settore entertainment italiano

26 Mag, 2017, 16:39 | Autore: Doriano Lui
  • Il gioco d’azzardo nuovo leader del settore entertainment italiano

 

Più del cinema, del teatro, meglio anche dellemanifestazioni sportive. Uno dei settoripiù prolifici dell’economia nazionale è senza dubbio il giocod’azzardo, che però riesce a portare a casa anche il primato nelsettore entertainment. Una sorpresa relativa, se si pensa che il mondo delgioco legale incassa più di alcune realtà di intrattenimentolegate alla cultura e allo sport. È un fenomeno in forte crescita, che nel corso degli ultimi anni havisto proliferare nuovi concessionari di gioco con offerte disparate, adimostrazione di quanto gli italiani siano attenti al mondo dell’azzardo e diquanto il fenomeno sia diffuso a macchia d’olio. È però positivoche i nuovi concessionari hanno riportato entro i confini nazionali le quote dicoloro che già puntavano su siti fuori dai confini nazionali, e con losviluppo dei dispositivi mobili la situazione è nettamente migliorata, atutto vantaggio delle casse degli operatori del settore e dello stesso Stato.

I dati pubblicati da Freeslotmachine.it hanno evidenziato una crescita esponenziale proprio del gioco da smartphone e tablet, con una spesa che supera quota 230 milioni di euro e una crescita incoraggiante del 50% e un tasso di penetrazione che sale di 4 punti percentuali nel giro di 12 mesi. I numeri relativi ai device mobili sono aumentati a tal punto da surclassare il desktop: basti pensare che 3 anni fa solo poco più di un italiano su 2 scommetteva da mobile, mentre nel 2016 la spesa è salita fino all’84%.

Il gioco digitale è tra l’altro anche in linea con gli altri mercati digitali come eCommerce e media digitali, a dimostrazione che il fenomeno si sta evolvendo lasciando i panni di un’opzione per una nicchia. Questa evoluzione del mercato è molto positiva anche per le casse dello Stato. Attraverso i Monopoli, del milione di euro speso online, lo Stato ha incamerato all’incirca 250 milioni. A trainare gli introiti sono senza dubbio le sale casinò online e le scommesse sportive, a discapito del poker e degli altri giochi. Nonostante gli alti e i bassi, il gettito erariale dell’intero settore giochi ammonta al 2,5% del totale incamerato dalle casse statali.

Alla luce di questi dati, anche il 2017 sarà roseo per il settore. Sono già partite le mosse tese a tracciare l’intero comparto e ad aggiornare il protocollo di comunicazione. L’intenzione degli operatori del settore e dello Stato è quella di riuscire a migliorare il tracciamento dei flussi di gioco provenienti dai dispositivi mobili. Parallelamente, un bando nazionale affiderà oltre 100 concessioni per il gioco a distanza, attirando sull’Italia e sul suo mercato anche altri operatori internazionali di grosso calibro.

In considerazione di questi nuovi ingressi, crescerà anche il numero di coloro che si affacceranno al gioco. Nel 2016 gli italiani che avevano effettuato almeno una giocata sono stati quasi 1.800.000, con un incremento globale del 15% che è stato registrato sia su base annuale che su base mensile. Questi numeri sono giustificabili anche con la forte azione di contrasto al gioco irregolare, che hanno comportato una migrazione di un numero sempre più ampio di giocatori entro i confini del gioco autorizzato.

Raccomandato: