Manchester: kamikaze era appena tornato dalla Libia

26 Mag, 2017, 05:14 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Strage di Manchester il racconto di una testimone

In totale sono al momento 8 gli uomini sotto custodia, a partire da Ismail Abedi, fratello maggiore del kamikaze.

Un'esplosione innescata da un attentatore suicida nello stadio di Manchester durante il concerto della cantante americana Ariana Grande è avvenuta ieri sera. Nel corso del secondo blitz, le forze speciali di Scotland Yard hanno rinvenuto del materiale utiliizzabile per un nuovi "atti di terrorismo".

Il Telegraph ha parlato con un leader della Ramadhan Foundation, Mohammed Shafiq, che ha rivelato che Abedi era stato segnalato due anni fa "perchè ritenuto coinvolto in estremismo e terrorismo": "le persone della comunità erano preoccupate per il modo in cui si comportava e lo avevano segnalato attraverso gli appropriati canali". Una convinzione che ha spinto il governo di Londra, e il comitato di emergenza Cobra riunito due volte in poche ore dalla premier Theresa May, a portare l'allerta nel Paese al livello 'critico': il più alto nella scala delle minacce, proclamato solo due volte in passato, l'ultima 10 anni fa. I commenti non devono necessariamente rispettare la visione editoriale de Il Sole 24 ORE ma la redazione si riserva il diritto di non pubblicare interventi che per stile, linguaggio e toni possano essere considerati non idonei allo spirito della discussione, contrari al buon gusto ed in grado di offendere la sensibilità degli altri utenti. Intanto, a Londra e altrove, vari luoghi sensibili sono stati di fatto militarizzati, cosa quasi senza precedenti, inusitata, sull'isola.

Lo ha comunicato il ministero della Difesa britannico. Non solo. Il Daily Telegraph riferisce che Abedi era stato ripetutamente segnalato alle autorità per le sue prese di posizione estremiste ma non è mai stato fermato né interrogato dalla polizia. Tra queste il quotidiano conservatore ricorda che l'MI5 aveva cercato di verificare i contatti tra Salman e un esperto artificiere che viveva nella sua stessa strada a Manchester. La ministra dell'Interno Amber Rudd ha detto che Abedi era nel radar dell'intelligence prima dell'attacco di lunedì sera al concerto della popstar amata dai ragazzini. I movimenti di Abedi, prima dell'attacco, sono al centro dell'interesse degli investigatori.

A complicare ancora di più il tutto è quello che ormai è diventato un vero e proprio caso diplomatico tra Uk e Usa.

"La notizia della morte di Saffie in questo attacco terribile è diventata un tremendo shock per tutti noi e vorrei inviare le nostre più profonde condoglianze a tutta la famiglia e gli amici", ha dichiarato Chris Upton, direttore della scuola primaria frequentata dalla bambina.

Raccomandato: