Manchester, scontro tra polizie. La Gb non passerà più informazioni agli Usa

26 Mag, 2017, 14:33 | Autore: Santina Resta

Nel corso delle perquisizioni nella zona di Manchester la polizia ed i servizi di sicurezza hanno trovato materiale adatto per nuovi "imminente attacchi".

Dopo una serie di raid della polizia a Manchester e nei dintorni, otto persone sono state arrestate. L'antiterrorismo britannica e' finita nel mirino proprio perche' malgrado le denuncie degli amici, secondo i quali Salman andava in giro sostenendo che per lui "essere un kamikaze era okay", non fece nulla.

E' la prima volta che accade una cosa del genere da quando nel 1946 sir Winston Churchill instaurò la "special relationship" che portò alla creazione della grande alleanza dei servizi segreti "five eyes" coordinata dagli Stati Uniti in base all'accordo Ukusa per la condivisione di tutte le intercettazioni e le informazioni segrete. Non solo. Il Daily Telegraph riferisce che Abedi era stato ripetutamente segnalato alle autorità per le sue prese di posizione estremiste ma non è mai stato fermato né interrogato dalla polizia. Al centro dell'aspra polemica le foto di frammenti della bomba della strage alla Manchester Arena pubblicate dal New York Times in modo molto dettagliato e con spiegazioni sul tipo di ordigno, che non era certo una bomba fabbricata in casa. Le immagini sono state pubblicate sul Nyt poche ore dopo che Rudd aveva chiesto alle autorità americane di non divulgare informazioni. Si attende ora il faccia a faccia tra Theresa May e Donald Trump in programma nel bilaterale al vertice NATO di Bruxelles. Rudd avevano quindi detto di aver spiegato a Washington che non deve accadere mai più. La polizia di Manchester, scrive la Bbc, sopera di poter riprendere al più presto i normali scambi di intelligence ma al momento e' "furiosa" con i colleghi americani, lo stesso aggettivo usato da fonti di Downing Street.

La polizia di Manchester ha interrotto con gli Usa la comunicazione delle informazioni sull'attentato di due giorni fa dopo la pubblicazione dei leak sull'inchiesta da parte della stampa statunitense. In precedenza un portavoce dell'antiterrorismo britannica ha ricordato che gli investigatori fanno affidamento sulla fiducia tra partner in tutto il mondo ma "quando questa fiducia viene tradita, questo danneggia sia le relazioni (tra servizi di sicurezza) che le stesse indagini".

Raccomandato: