Trump, il genero coinvolto nell'inchiesta sul Russiagate

26 Mag, 2017, 12:11 | Autore: Santina Resta
  • 20170526_074610_03D249D1

Genero Trump indagato da Fbi.

Le indagini su Kushner, hanno comunque precisato le fonti a Nbc News, non significano che gli investigatori lo sospettino di aver commesso un crimine o che intendano addebitarglielo.

È Jared Kushner, genero e tra i più stretti collaboratori, forse il più fidato, del presidente Donald Trump, la persona su cui l'Fbi concentra adesso il suo interesse nell'ambito dell'inchiesta sul cosiddetto Russiagate. Quello che potrebbe rappresentare solo l'ennesimo capitolo di un'intricata vicenda è invece un punto di svolta notevole perché per la prima volta porta l'inchiesta delle autorità federali entra fin dentro alla Casa Bianca e alla First Family. Le stesse fonti sottolineano inoltre che Kushner non è considerato al pari di Paul Manafort e Mike Flynn, entrambi coinvolti nelle indagini. Non al momento. Così come esperti sottolineano che l'espressione 'persona di interesse', in questo caso vastamente utilizzata a livello mediatico, non è tecnicamente esatta in queste circostanze. "Farà lo stesso se contattato in relazione a qualsiasi altra inchiesta".

Secondo la rivelazione di alcuni media americani, Kushner avrebbe incontrato, lo scorso dicembre (quando Trump era già stato eletto ma non si era ancora insediato ufficialmente), alcuni funzionari del Cremlino, passando loro alcune informazioni "rilevanti". Nello specifico il focus è su alcuni suoi contatti e incontri di Jared Kushenr in dicembre con l'ambasciatore russo negli Usa, Sergey Kysliak, ma anche con un banchiere di Mosca. Intanto il presidente della commissione Vigilanza della Camera, il repubblicano Jason Chaffetz, è tornato a chiedere al Bureau i documenti relativi ai rapporti tra l'ex direttore dell'Fbi, James Comey, licenziato in tronco da Trump, e la Casa Bianca, a partire dal settembre del 2013. La richiesta in una lettera inviata al direttore dell'Fbi ad interim Andrew McCabe.

Raccomandato: