Wonder Woman, nuova figure da Hot Toys

04 Июня, 2017, 06:21 | Autore: Piera Gizzi
  • Wonder Woman, nuova figure da Hot Toys

Wonder Woman compare per la prima volta nel 1941 e si dimostra da subito un emblema dell'emancipazione della donna. La Gadot è un vero e proprio sex symbol e ha tutte le carte in regola per essere considerata un'icona di stile. La cinepresa balla quindi sulle note dello spartito basato, ovviamente, sul fumetto originale e sulle idee dell'onnipresente Zack Snyder.

Anche Batman V Superman aveva rischiato la censura in Libano a causa delle scene con Gal Gadot presenti nel film. Credo però che non sia un caso.

Nonostante la stampa in Italia non sia stata del tutto entusiasta del lungometraggio, in America la pellicola diretta da Patty Jenkins è stata recensita in maniera molto positiva ed è per questo che - qualora gli incassi dovessero confermate il placet ottenuto - è quasi certo che arriverà un sequel delle avventure di Wonder Woman, probabilmente diretto dalla stessa cineasta.

Una decisione che ha fatto seguito ad un'accesa campagna di protesta contro il film, che vede quale protagonista l'israeliana Gal Gadot. L'attrice è difatti israeliana e le due nazioni, sono attualmente in guerra. Non c'è ancora una decisione ufficiale, ma l'uscita è stata rimandata. Abbiamo la possibilità di vedere in profondità le motivazioni che hanno spinto Diana ad allontanarsi dall'umanità 100 anni fa e perché è tornata per proteggere questo mondo per sempre. Salvato da Diana, la metterà al corrente dei piani di sterminio della psicopatica dottoressa Maru (Elena Anaya) e del maniacale Generale Ludendorff (Danny Huston) e la convincerà a scendere al fianco dei buoni per porre, così, fine alla Prima Guerra Mondiale.

In un mondo di fumetti dedicati a supereroi maschi, dove la donna è solitamente relegata a ruoli più marginali, arriva Wonder Woman e cambia le regole del gioco.

L'attrice, all'anteprima di Los Angeles, ha parlato del suo personaggio e delle donne.

Esce oggi nelle sale italiane il film di Wonder Woman, il super eroe al femminile creato dalla Dc Comics.

L'atteso film "Wonder Woman" della regista californiana Patty Jenkins avrebbe dovuto uscire mercoledì sera nei cinema libanesi, ma è stato bloccato all'ultimo da un intervento del ministero degli Interni, che ha deciso di vietarne la diffusione.

Ciò è vero quantomeno nella presentazione del personaggio - la prima ora del film, per noi la migliore, più genuina e divertente -, perché nella seconda parte - pur corredata da alcune eccellenti sequenze d'azione, sopratutto quelledell'assalto al villaggio belga occupato dai tedeschi - si perde di ritmo, l'ideologia femminista del personaggio diventa meccanica ed artefatta per concludere la vicenda con un lungo scontro con il villain (peraltro ottimamente celato fino alla sua rivelazione) visualizzato nella più banale e stereotipata delle maniere.

Raccomandato: