Bosnia-Grecia, lite Dzeko-Manolas. Il difensore: "Sembrava di essere in guerra"

10 Giugno, 2017, 13:51 | Autore: Fausta Monteleone
  • Bosnia-grecia-pugno-gilli

Ieri sera le Nazionali di Bosnia e Grecia si affrontavano in un delicato match valevole per le qualificazioni mondiali del gruppo H, condotto dal Belgio davanti proprio agli ellenici e ai bosniaci nell'ordine, a un solo punto. Probabile, ma certo al club non ha fatto piacere l'immagine in mondovisione di Edin Dzeko che prende per il mento Kostas Manolas.

Una partita tirata, che nel finale è diventata molto nervosa. I protagonisti sono incredibilmente due giocatori della Roma, ovvero Dzeko e Manolas che sono arrivati alle mani. Addirittura un giocatore della Grecia, Gianniotas, ha perso un dente dopo un pugno ricevuto da Stephane Gilli. Tensione proseguita anche sugli spalti dello stadio di Zenica, per via di alcuni tifosi greci che hanno provato ad entrare in contatto con le forze dell'ordine.

REAZIONI - Se il loro compagno, Rüdiger, postando una foto si è chiesto scherzando: "Chi avrà vinto", Dzeko per ora è rimasto in silenzio, mentre Manolas ci è andato giù duro: "Certe cose non dovrebbero essere fatte". Gli intima di stare zitto, di fare attenzione e gli si avvicina minaccioso fino a quando - col greco visibilmente nervoso - non gli mette una mano sul viso e poi lo spintona. "Queste cose non rappresentano il calcio e siamo arrabbiati." .

Raccomandato: