May esce indebolita dal voto, cosa succederà alla Brexit?

11 Giugno, 2017, 02:34 | Autore: Santina Resta

La stampa britannica si interroga su come il Dup possa conciliare le sue posizioni politiche con quelle dei Tories di Theresa May.

Si tratta di Nick Timothy e Fiona Hill.

Timothy, uno dei due influenti e odiati consiglieri della May che ha lasciato il suo incarico, ha scritto una nota in cui si è assunto la responsabilità del contestato manifesto elettorale della May. "I laburisti, convinti di non avere chance, hanno fatto l'esatto opposto", inserendo nel manifesto promesse elettorali generose e in un certo senso idealistiche, che hanno fatto presa sull'elettorato più giovane stufo dei costi dell'austerity e disgustato dall'idea della Brexit.

Le elezioni in Regno Unito volute dalla premier Theresa May per consolidare la sua maggioranza negli imminenti negoziati con l'Unione Europea post-Brexit, si concludono con una vittoria che in realtà è una sconfitta per i conservatori. La leader del Dup ha piu' volte affermato che non avrebbe mai appoggiato un governo di coalizione guidato dal leader laburista.

E a proposito di Brexit, la cancelliera tedesca Angela Merkel ha dichiarato che l'Unione europea è pronta ad avviare i negoziati e che non vede ostacoli all'avvio dei colloqui. "Tuttavia", continua ancora il Pari del Regno, "alla Camera dei Comuni vi sarà anche una maggioranza più moderata disposta a sostenere parti della legislazione sul Brexit che sono per un compromesso tra la Gran Bretagna e la Ue". "Suppongo che la Gran Bretagna, da quanto ho appreso dal primo ministro, voglia attenersi al piano sui negoziati".

Raccomandato: