Casa » Sport

Italia, piazza San Carlo Torino: Erika è morta

16 Giugno, 2017, 16:01 | Autore: Eufebio Giannola

La 38enne di Domodossola, rimasta schiacciata dalla calca la sera del 3 giugno in Piazza San Carlo a Torino durante la finale di Champions League tra Juve e Real Madrid, è morta ieri sera, alle 21.56 dopo 12 giorni di coma. Dopo la comunicazione ufficiale del decesso della donna, ieri sera, la Procura ha bloccato l' espianto degli organi, donati dalla famiglia Pioletti, perche' si devono svolgere accertamenti medico-legali sul cadavere. Gli esami effettuati negli ultimi giorni definivano "pessima" la prognosi della giovane originaria di Beura Cardezza, località della Val d'Ossola. Sul fronte delle indagini, intanto, queste "non hanno ancora consentito di individuare l'evento che ha determinato il panico della folla, mentre l'epicentro del cui iniziale ed improvviso spostamento di massa è stato individuato nella zona della Piazza San Carlo all'altezza dei numeri civici 195 e 197, a cui ne è seguito un altro più contenuto dopo circa 10 minuti", fa sapere la Procura di Torino dopo che un quotidiano locale ha scritto che il botto che avrebbe scatenato la prima ondata di panico sarebbe stato originato dal riavvio dei motori di ventilazione del parcheggio sotterraneo. Tra le varie ipotesi c'è una pista che seguita con interesse, e cioè quella delle persone che hanno avvertito difficoltà respiratorie e sintomi simili a quelli prodotti da sostanze urticanti. "Per il giorno dei funerali sarà proclamato il lutto cittadino", ha detto il sindaco di Torino, Chiara Appendino.

"Posso solo esprimere le più sincere condoglianze mie e di tutta la città a familiari e amici di Erika". I parenti, il fidanzato e i genitori, che le sono stati sempre accanto, avevano chiesto che non ci fosse accanimento terapeutico. E c'è chi sui social chiede di annullare i festeggiamenti, la prossima settimana, per San Giovanni, patrono della città.

Raccomandato: