Anagni, ultras del Napoli aggrediscono tifosi juventini nell'area di servizio

17 Giugno, 2017, 07:37 | Autore: Fausta Monteleone
  • Juventini assaliti e rapinati: 3 ultras del Napoli arrestati

E, ancora, che "gli indagati sono stati parte attiva di un grave fatto delittuoso di gruppo, senza nemmeno preoccuparsi, protetti dalla forza del "branco", della ragionevole possibilità di essere individuati dai videosistemi di sorveglianza e sicurezza di cui sono notoriamente dotate le autostrade".

I sostenitori biannconeri furono aggrediti nell'area di servizio "La Macchia Ovest", vicino ad Anagni, dopo la partita Roma-Juventus. Hanno noleggiato un furgone per andare a vedere la loro squadra che giocava a Roma.

Nel video delle camere di sorveglianza, che è stato diffuso dalla polizia e che pubblichiamo in fondo all'articolo, si vedono scene che sembrano di guerriglia.

Infatti non si sarebbero limitati ad aggredire i tifosi avversari, ma avrebbero rotto i vetri del mezzo e lanciato al suo interno dei fumogeni.

Purtroppo si tratta dell'ennesimo episodio di violenza e minacce tra tifosi nel mondo del calcio. Dentro c'erano soldi, documenti e altri effetti personali.

L'operazione è stata condotta dagli uomini della Digos della Questura di Frosinone e della Sottosezione Polizia Stradale di Frosinone, coadiuvati dalle Digos delle Questure di Napoli e Caserta. L'ordinanza di custodia cautelare nei confronti dei tre, scaturita dalle indagini svolte dalla Polstrada di Frosinone, è stata firmata dal gip di Frosinone. Nei giorni immediatamente successivi, sono state eseguite, a Napoli e Caserta, perquisizioni domiciliari a carico di alcuni degli identificati, nel corso delle quali è stato rinvenuto materiale vario comprovante la diretta responsabilità in merito ai reati contestati. Tutti e tre hanno già subito il provvedimento di DASPO, divieto di accesso agli stadi di calcio, mentre le indagini per identificare gli altri aggressori proseguono.

Raccomandato: