M5S, Beppe Grillo stoppa Bugani:"Limite dei due mandati inderogabile"

17 Июня, 2017, 07:37 | Autore: Fausta Monteleone
  • Prevale bipolarismo. Orlando al primo turno

Poi, nel merito: "Speriamo che Renzi tragga le conseguenze di questa ennesima sfiducia al governo - dice - Lo sconfitto di queste elezioni non è Grillo ma Renzi". Adesso il primo obbiettivo è dare il massimo supporto ai nostri candidati al ballottaggio. A luglio avremo il candidato presidente della regione siciliana, a settembre avremo il candidato premier. Forse non potevano perché non è nella logica di una politica che viene vissuta come scontro alto/basso (il popolo puro contro l'establishment corrotto) e non come confronto destra/sinistra (da un lato, la corsa all'arricchimento senza regole e la costruzione di una società in cui tutto è a pagamento anche ciò che dovrebbe essere garantito come diritto inalienabile; dall'altro una sistema che garantisce la promozione sociale di tutti, che assicura pari opportunità, che corregge ed elimina le disuguaglianze, che garantisce un sistema di protezione universale). Faide che sono state la causa, più che l'effetto, sia dell'inchiesta sulle firme false nel capoluogo siciliano sia della diaspora del gruppo storico dei grillini genovesi e del caso Cassimatis. "L'importante è non mollare mai", conclude Grillo. Il punto. Secondo la prima proiezione di Piepoli per la Rai a Palermo il candidato sindaco Leoluca Orlando (Centrosinistra) è al 45%, Fabrizio Ferrandelli (Centrodestra) al 31%, Ugo Forello (M5S) al 17%. Il ballottaggio di Verona vedrà protagonisti Federico Sboarina (centrodestra) e la compagna di Flavio Tosi, Patrizia Bisinella (Fare+civiche).

A Taranto Stefania Baldassarri (centrodestra) si batterà con Rinaldo Melucci (centrosinistra). Gli avversari politici non hanno fatto mancare le critiche ai penstatellati. "Terzo, i primi dati che arrivano da tante città per noi sono molto buoni!", scrive su Facebook Matteo Salvini.

"Sicuramente il Movimento 5 Stelle a Genova ha subito una forte pressione, una deflessione del voto".

La candidata pentastellata Elisa Benato non va al duello di fine mese, nettamente staccata da Antonella Trevisan, candidata dal centrodestra appoggiata anche dal sindaco di Venezia, Brugnaro. Amara sconfitta quella del candidato a 5 stelle proprio nella città del leader, Beppe Grillo. Delusione a Lecce, dove si grida alla compravendita dei voti.

Ma il dato più preoccupante e quello della partecipazione al voto.

Si tratta di Ripatransone (Ascoli Piceno), Pieve Di Cadore (Belluno), Oltre Il Colle (Bergamo), Satriano (Catanzaro), Montauro (Catanzaro), Rodero (Como), Landiona (Novara), Magomadas (Oristano), Palau (Sassari), Mathi (Torino), Serravalle Sesia (Vercelli), Filandari (Vibo Valentia). E il ritorno di un modello "bipolare", con ai ballottaggi un centrodestra in crescita e un centrosinistra che non brilla. Si scontrerà quindi con il candidato del centrosinistra Paolo Scarpa, il quale ha ottenuto il 29% delle preferenze.

Raccomandato: