Cosa è successo oggi tra Repubblica e M5S

18 Giugno, 2017, 22:28 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Cosa è successo oggi tra Repubblica e M5S

"Com'è possibile - si chiede una deputata - che nessuno, né Di Maio, né Grillo in persona, ha ancora risposto a Matteo Salvini che invita Grillo a un'alleanza?". "L'alleanza naturale e' quella del centrodestra: chiunque altro sostenga le posizioni della Lega, ad esempio Grillo che sull'immigrazione dice "Basta, ce ne sono troppi", benvenuti", sono le parole con cui Salvini apre, di fatto, ad un'asse con Beppe Grillo. "Non si esclude, comunque, che in futuro i due possano vedersi". "Ormai è sistematico". Sia di Maio che il presidente Vigilanza della Rai Roberto Fico hanno annunciato una querela contro Repubblica.

2 Un M5S convergente con Salvini perderebbe molti voti tra i suoi tanti elettori di sinistra, delusi del Pd e altri, contrari alla diffusione dell'odio razziale verso i migranti, additati dalla destra come il principale problema italiano, per iniettare paure esagerate e distogliere l'attenzione dai problemi più grandi della nazione, quali la corruzione politica, che ci costa un centinaio di miliardi l'anno, e le mafie che ce ne costano altri cento, senza contare i costi incalcolabili, in termini sociali ed economici, del mancato sviluppo del Mezzogiorno.

Non ci sono altri dettagli, e nel resto del testo si ipotizza una motivazione politica dell'incontro e si aggiunge che la richiesta sarebbe arrivata da Matteo Salvini.

Casaleggio, Salvini, La Repubblica: qualcuno dei tre mente.

Anche se l'appuntamento con le elezioni politiche ci sarà, come da programma, soltanto nei primi mesi del 2018, questa ipotesi di un avvicinamento ufficiale tra il carroccio e i 5 Stelle potrebbe aprire scenari molto particolari per quanto riguarda la politica italiana. Una volta che avremo il giorno e l'ora allora si potrà fare un fact checking pubblico, incrociando le agende degli interessati e se necessario controllando le celle telefoniche. Le larghe coalizioni sarebbero state una scelta obbligata: il Pd con Silvio Berlusconi, oppure i 5 Stelle alleati della Lega, in un governissimo anti-sistema. "Mi fanno tenerezza i giornali e i giornalisti che inventano notizie inesistenti".

Ma attenzione, avverte Enzo Risso, direttore scientifico di Swg, non si tratta "di una crisi" perché "il loro bacino è consolidato come si può vedere anche dalle ultime rivelazioni sul consenso dei partiti di questa settimana dove il M5S è al 27% con addirittura una crescita dello 0,1% sulla settimana scorsa". E che danneggia il lavoro di tanti giornalisti capaci che lavorano per quel giornale. Ma oggi con la maggioranza dei mezzi di informazione in mano alla politica la normalità sono le fake news in prima pagina.

Quello dei giornali è un metodo rodato, per comodità lo chiameremo "Metodo Repubblica" dato che questo giornale ne fa ampio e smodato uso. Allora le cose sono due: o è evasore fiscale, e allora non ci deve fare la morale, oppure è un fallito.

Raccomandato: