Ius Soli, Gentiloni: "E' atto di civiltà"

18 Июня, 2017, 18:23 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Ius Soli Idranti e manganelli contro Casapound davanti al Senato. Due feriti

Il fenomeno, per lui, va gestito e "le leggi devono essere rispettate, chi sbaglia paga". E giovedì 15 in Senato è andata in scena una bagarre con tanto di feriti. Secondo Grillo, infatti, è "vergognoso tenere il Parlamento in stallo per discutere di provvedimenti senza capo né coda, mentre non si fa nulla per dare una mano alle famiglie italiane che si trovano in grande difficoltà economica". Vediamo come funziona negli Usa e in Europa.

Il ddl sullo ius soli è un "pastrocchio invotabile". "Qui stiamo parlando di legare a un comune destino e a un sentimento nazionale bambini che giocano coi nostri figli, che hanno la pelle di colore diverso ma che parlano il dialetto bolognese o quello milanese, che frequentano le nostre scuole, che si sono diplomati". Tranquilli, la pasta e la pizza esisteranno ancora, nessun cerca e vuole di distruggere questo paese, semplicemente renderlo migliore, non vogliamo creare odio, non vogliamo che esistano cittadini di serie a e b, vogliamo solo integrarci ulteriormente, basta strumentalizzazioni da parte della politica, non cadete nel tranello. La cittadinanza si acquisisce anche in seguito a tre anni di matrimonio con un cittadino britannico. Glielo dobbiamo e si tratta di un atto doveroso di civiltà. "Trattasi non di legge, ma di pastrocchio invotabile", è questo il passaggio chiave del post sullo ius soli che il fondatore del M5S utilizza per giustificare il proprio atteggiamento nei confronti della legge incardinata al Senato pochi giorni fa. L'Italia che vorrei non c'è ma si intravede nel nuovo percorso unitario della sinistra. "E anche ottuso, poiché significa non rendersi conto della realtà che ci circonda". I ragazzi nati all'estero ma che arrivano in Italia fra i 12 e i 18 anni potranno ottenere la cittadinanza dopo aver abitato in Italia per almeno sei anni e avere superato un ciclo scolastico. "Il legame con Brexit è chiaro", ha fatto sapere l'Istituto. In secondo luogo, è dai dati concreti che diviene possibile sviluppare un discorso più sensatamente ordinato. "Ma come, i tuoi fratelli africani immigrati non avranno la cittadinanza?".

Sul tema del riconoscimento dello ius soli, si è espresso anche il vicepresidente della Camera Luigi Di Maio, durante un'intervista al quotidiano Libero.

Un bambino nato in Francia da un genitore straniero, ma a sua volta nato in Francia invece, viene considerato francese di nascita. Il premier ha comunque ammesso che "c'è una parte dell'opinione pubblica italiana che guarda con diffidenza a questa decisione: non dobbiamo fare finta che non ci sia". I diritti non sono voti. E allora, proseguono i pentastellati, "non parlarne e lasciare tutto come è, blaterando di xenofobia e populismo, conviene soltanto ai partiti che con le cooperative dell'immigrazione ci hanno lucrato per anni".

- deve superare un test di conoscenza della lingua italiana.

La situazione è peggiorata dal 2015, dopo gli attentati alla redazione di Charlie Hebdo e quelli del 13 novembre. Un anno dopo Hollande, indebolito da un gradimento sempre più fragile, ha rinunciato a portare avanti la proposta, ma in una nazione ferita dagli attentati messi a segno principalmente da cittadini francesi di origine musulmana, la questione rimane aperta.

Raccomandato: