Ius soli in Senato, la giornata infinita

18 Giugno, 2017, 16:22 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Ius Soli Idranti e manganelli contro Casapound davanti al Senato. Due feriti

Ministro come sta? "Come sto?" Ciò vuol dire che un bambino è dichiarato cittadino del paese in cui nasce, indipendentemente dalla nazionalità dei suoi genitori. Servirà la dichiarazione di volontà di un genitore, o di chi ne esercita la responsabilità, all'ufficiale dello Stato civile del Comune di residenza del minore, entro il 18esimo anno. "Di squadrismo politico la storia parlamentare di altri tempi è costellata, ricordo tra l'altro che siamo a pochi giorni dall'anniversario della morte per mano squadristica dell'onorevole Giacomo Matteotti", ha ricordato Buemi.

La ministra dell'Istruzione Valeria Fedeli è finita all'infermeria del Senato. "Non voglio parlare del mio gomito ma fare un ragionamento: la dialettica politica si fa intervenendo, prendendo la parola e discutendo ma mai andando verso i banchi del governo facendo un'azione.". La manifestazione si è spostata in piazza delle Cinque Lune. Il presidente del Senato, Pietro Grasso, ha espulso dall'emiciclo il senatore leghista Raffaele Volpi, mentre il capogruppo Gianmarco Centinaio, che si è seduto accanto alla ministra Fedeli, è stato allontanato di peso dai commessi. Inizialmente è partita la protesta della Lega Nord, con un 'vaffa' partito dal senatore del Carroccio Sergio Volpi in direzione della presidenza, costatogli qualche minuto di espulsione dall'Aula, quindi un gruppo di senatori leghisti hanno cominciato a sventolare cartelli con scritto: "Stop all'invasione", "Prima gli italiani", "No Ius soli". Mentre il capogruppo del Carroccio, Gian Marco Centinaio si aggrappava ai banchi del governo ed i commessi tentavano di allontanare la contestazione, nel parapiglia qualcuno è caduto sul ministro causandole una contusione al braccio. Anche lui nel caos si è ferito, come racconta lui stesso alla buvette: è dovuto ricorrere al ghiaccio su una mano e si è fatto male anche al ginocchio, come racconta lui stesso alla buvette. La riammissione si è resa necessaria causa rifiuto di Volpi ad abbandonare Palazzo Madama, rifiuto che avrebbe implicato a norma di regolamento la sospensione della seduta.

Raccomandato: