Trento domina, 2-2 con Venezia

18 Giugno, 2017, 22:25 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Peric schiaccia

Venezia e Trento hanno voglia di vincere la partita, ma l'inizio di Gara 5 è contratto per entrambe le finaliste, si respira tensione e soprattutto si avverte il momento chiave della stagione.

Conferma dei posti per abbonati e prelazione soci trust sui posti disponibili presso Aquila Basket Store domenica 18 giugno (orario 9.00-13.00 14.30-17.00) e online sul sito www.vivaticket.it. Possibilità di associarsi al Trust Aquila direttamente presso la sede Aquila e poi acquistare il proprio ticket in prelazione. La stanchezza però si fa sentire e Trento non riesce più a trovare le soluzioni lucide in attacco: Haynes si sblocca, segna sei punti in un amen e riporta i suoi ad un punto (60-61 al 37'). E' l'ala greca Bramos ha regalare la vittoria ai padroni di casa, con una tripla a 6 secondi dal termine. Quando tutto sembra perduto Venezia si rialza poderosamente e con 7 punti consecutivi di Haynes rientra a -1. Quarto comunque equilibrato in cui è Trento a chiudere in vantaggio di 2 (16-14).

Martedì si torna in campo al PalaTrento per Gara 6: la Reyer avrà a disposizione il primo match point per aggiudicarsi il titolo di campione d'Italia. Il primo quarto, pienamente a favore dei trentini, finirà 22-9.

Aaron Craft dispensa saggezza nella seconda frazione e raggiunge inoltre la doppia cifra (10 punti), mentre il lavoro oscuro di Shields e Lechthaler sotto le plance consente a Trento di restare avanti, nonostante i tentativi veneziani di riavvicinarsi.

L'intensità è altissima, il clima incandescente in campo e sugli spalti ma gli 11 rimbalzi in attacco della Dolomiti Energia e il 4/17 di Venezia dalla lunga, la specialità della casa orogranata, mettono la partita in salita per la squadra di De Raffaele. Nel quarto quarto Venezia entra in campo con un altro piglio riuscendo a ritornare fino a -2 ma gli ospiti sono bravi ad allungare ancora una volta. Unica nota negativa è il terzo fallo già racimolato, per errore arbitrale, da Hogue. Sono il più giovane in squadra, gli altri sono più esperti di me. Alla sirena Craft manda la Dolomiti Energia al riposo lungo sul +10 (28-38).

Il secondo ed il terzo quarto sono quelli più equilibrati, se non nel punteggio, nei parziali. Ma la 3-2 con Stone in punta inizia a dare qualche risultato e il parziale di 8-0 per il 48-39 costringe Buscaglia a chiamare time out.

Per il match di stasera, Trento ha definitivamente recuperato Dominique Sutton, ma il 30enne di Durham dovrà gestirsi: lo stiramento al bicipite femorale della coscia destra è ancora troppo fresco. Lo scudetto si decide in una mini serie di tre partite. Flaccadori costruisce il +5 dalla lunetta (49-54).

Una fiammata di McGee fa esplodere il Taliercio e riporta Venezia a 49-52, con Trento comprensibilmente un po' in riserva.

Raccomandato: