Vaccini, arriva un numero telefonico per tutte le informazioni

18 Giugno, 2017, 04:25 | Autore: Fausta Monteleone
  • Vaccini obbligatori madre di tre figli in sciopero della fame da un mese

La nota informa che saranno l'Azienda provinciale per i servizi sanitari e il Dipartimento della conoscenza a trasmettere ai dirigenti didattici le indicazioni attraverso le quali i genitori degli studenti potranno comprovare l'avvenuta vaccinazione dei loro figli. Ma aiutano a dare l'idea delle dimensioni del fenomeno.

Per contrastare i pericolosi e crescenti fenomeni di cattiva informazione e trasmettere all'opinione pubblica la corretta informazione sul valore dell'immunizzazione, oggi giornalisti delle testate periodiche e online si confrontano con esperti di igiene pubblica, pediatri, storici della medicina, sociologi e rappresentanti di associazioni nate spontaneamente per promuovere le vaccinazioni, nell'ambito del Corso di Formazione Professionale Comunicare i vaccini. Intanto, tutti devono aver fatto il vaccino esavalente (difterite, tetano, pertosse, epatite B, Hib e poliomielite) e il trivalente (morbillo, parotite e rosolia). Mentre per i nati dal 2012 al 2016 le coperture vaccinali saranno 6, con l'aggiunta alle 5 precedenti di quella per il meningococco c. Il fatto contestato è l'obbligo previsto dal decreto, non l'utilità dei vaccini.

Fino al 18 giugno sono obbligatorie 4 vaccinazioni. Una gran parte di italiani ha intrapreso da tempo profondi percorsi evolutivi che la rendono sempre più estranea ad una classe politica e istituzionale che pretende di governarla in modo arrogante e repressivo.

Vale la pena di ripetere che si tratta solo dei nati nel 2014. Con la recente approvazione del nuovo Piano nazionale vaccinimi sembra si vada proprio nel segno di queste nove raccomandazioni, prevedendo azioni mirate (finanziate) di comunicazione, informazione, programmazione e implementazione dell'attività vaccinale. ". I padri di Voxcard, dopo aver raccolto 10mila dollari in sole 24 ore per finanziare l'idea con una campagna di crowdfunding, non si limiteranno a produrre e commercializzare il prodotto, ma lavoreranno con alcune scuole in Australia e in Kenya per studiare l'impatto del gioco sull'attitudine verso le vaccinazioni". E leggendo i dati in valori assoluti è ovvio che sia così. In questo momento, invece, dai colleghi non abbiamo risposte univoche perché mai nessuno ha pensato di usare i farmacisti per questo scopo. Porre in essere, in caso di situazioni di allarme, azioni ripetute e adottare provvedimenti di urgenza - ed eventuali interventi legislativi - necessari a ripristinare o raggiungere un livello accettabile di sicurezza sanitaria ottenibile mediante il mantenimento di elevate coperture vaccinali. Ed è per questo che abbiamo sollecitato il ministro Lorenzin in questo senso. E non è meno sorprendente scoprire quanti già praticano attivamente l' homeschooling (l'educazione parentale nelle sue più diverse declinazioni) e ora reclamano di sottrarsi in un colpo solo sia all'istruzione che alla vaccinazione di stato.

Sono valori troppo bassi, che vanno alzati sopra il 95%.

Raccomandato: