Chi sono i due italiani dispersi a Londra

19 Giugno, 2017, 12:25 | Autore: Piera Gizzi

Di loro si sa solo che erano in casa nel momento dell'incendio perché Gloria ha chiamato a casa.

Sono 34 i feriti nel devastante incendio a Londra ancora ricoverati in ospedale, 18 dei quali sono in condizioni critiche. Lo ha detto il comandante della Metropolitan police, Stuart Cundy, precisando il numero dei decessi confermati rimane 30. "Gloria e Marco si erano appena sistemati". "Da qui non possiamo uscire, siamo bloccati", diceva Gloria.

Abitavano nello stesso palazzo Mirna, Fatima e Zainnb, tre sorelle di cui non si hanno notizie. Il padre della giovane, Loris Trevisan, ha usato parole di rabbia contro un paese, l'Italia, "che costringe i nostri giovani ad andare all'estero". In particolare una ragazza citata da SkyNews ha detto di aver visto con i suoi occhi una persona lanciarsi nel vuoto.

Anche la Regina Elisabetta non è rimasta indifferente alla tragedia. Hanno richiuso la porta, lasciando di fuori l'inferno. Al telefono hanno raccontato ai genitori in una sorta di diretta disperata la paura per le fiamme che si avvicinavano, e li hanno salutati per l'ultima volta. Un bambino si e' salvato dopo essere stato lanciato nel vuoto da una finestra al nono piano dalla madre, avvolto in un lenzuolo.

Fathaya Alsanousi, 70 anni, abitava al 23° piano con il figlio Abu Feras, 38 anni, e la figlia Esra Ibrahim, 35 anni: mancano all'appello tutti e tre.

Marco Gottardi ha continuato a garantire che i soccorsi stavano arrivando e che la situazione si poteva risolvere. Le ho passato un vigile del fuoco per tranquillizzarla. Non ha più squillato.

Saber Neda, 57 anni, è rimasto ferito durante la fuga.

R. - Ovviamente, i criteri di sicurezza sono criteri evolutivi, nel senso che via via che la tecnologia avanza, avanzano contestualmente le procedure e i criteri di sicurezza. "Di lui non sappiamo più nulla".

Alle 4.07 l'ultimo contatto.

La legale, che stava assistendo la famiglia proprio per le vicende finanziarie, si è fatta portavoce del loro strazio: "Ho ascoltato i messaggi, non ci sono motivi di sperare che sia ancora viva".

Raccomandato: