Ufficialmente morti nel rogo di Londra Gloria e Marco foto

19 Giugno, 2017, 02:44 | Autore: Santina Resta

I morti nell'incendio della Grenfell Tower, a Londra, sono almeno 58 e ci vorranno settimane per identificarli.

A comunicarla l'avvocato della famiglia Trevisan, Maria Cristina Sandrin, contattato dalla Farnesina.

Il capo delle operazioni di Scotland Yard, Stuart Cundy, ha detto che 58 persone sono ancora disperse e si presume quindi che siano morte, con un balzo di 28 in più da ieri.

I soccorritori, intanto, continuano le operazioni di ricerca all'interno dello scheletro carbonizzato del grattacielo, con l'aiuto di droni e cani di salvataggio, ma già l'altro ieri avevano confessato di non sperare più di trovare superstiti. La sovrana, il cui compleanno cade per tradizione il secondo sabato di giugno, nel suo messaggio riservato a "un giorno tradizionalmente riservato alle celebrazioni" dice che visitando Manchester e Londra è stata "profondamente colpita" dalla volontà di aiutare quanti si sono ritrovati in condizioni drammatiche.

La premier britannica, Theresa May, ha deciso di ricevere a Downing Street alcune delle persone coinvolte nell'incendio.

Era proibito il materiale utilizzato come rivestimento della Grenfell Tower di Londra. La ditta che ha portato avanti i lavori di ristrutturazione nel 2015, però, assicura di aver rispettato tutte le norme. Due giorni fa la premier Theresa May, oggetto di pesanti critiche con l'accusa di aver minimizzato il dramma, si era impegnata a stanziare fondi di emergenza per 5 milioni di sterline per i sopravvissuti e i familiari delle vittime del rogo.

Raccomandato: