Arriva Papa Francesco, Barbiana si blinda

20 Giugno, 2017, 11:07 | Autore: Santina Resta
  • Sulla Via di Damasco

Il viaggio che farà Bergoglio domani mattina a Barbiana e a Bozzolo, oltre a riabilitare due preti che negli anni cinquanta furono marchiati dalla Chiesa e della Dc di essere dei comunisti per il loro insistere nella difesa dei poveri, servirà a tracciare il sentiero per "quell'atteggiamento di misericordia" necessario a realizzare una Chiesa meno rigida, ingessata, e incline all'autoreferenzialità di quanto non sia ora. Una volta a Barbiana, le persone invitate si accomoderanno nel giardino della casa in attesa del Santo Padre che in quel luogo terrà il discorso, dopo il saluto del cardinale Betori.

Anche peggio andò, riguardo alle sua posizione sugli eserciti armati, a don Lorenzo Milani, che finì sul banco degli imputati e che alla fine fu riabilitato dalla Giustizia italiana quando era già morto. Betori il Papa raggiunge il piccolo cimitero dove prega da solo sulla tomba di Don Lorenzo Milani; fuori e all'interno nella chiesa incontra poi gli ex allievi di don Milani ancora viventi.

"Mi hanno consigliato di accorciare un po' questo discorso perché è un po' lunghetto...", ha esordito il Papa, "ho cercato di farlo ma non sono riuscito". Come ha libertà di parola e di stampa. Come ognuno deve sentirsi responsabile di tutto.

Chi è stato davvero don Milani? Tra un rinvio e l'altro il processo si concluse il 15 febbraio 1966 con la richiesta da parte del pubblico ministero di otto mesi di reclusione per don Milani e otto mesi e mezzo per Pavolini, il direttore di Rinascita la rivista del Pci che autonomamente aveva pubblicato la Lettera di Milani ai cappellani militari. "Tutti - ha affermato Francesco - abbiamo letto le tante opere di questo sacerdote toscano, morto ad appena 44 anni, e ricordiamo con particolare affetto la sua 'Lettera ad una professoressa', scritta insieme con i suoi ragazzi della scuola di Barbiana, dove egli è stato parroco". Poi si sposterà a Barbiana.

Una sua visita, con il suo stile semplice e affascinante, in quella periferia da dove quella povera tomba e quella anomala scuola ci richiamano la radicalità del Vangelo che spinge a camminare sulla retta via, sarebbe un gran dono agli ultimi degli ultimi. Il pontefice renderà omaggio a due significative figure di sacerdoti, che hanno segnato la storia del cattolicesimo italiano del Novecento: la visita sarà in forma privata e riservata. Alle 19.30 invece l'Instant Film sulla visita di Papa Francesco a Bozzolo e Barbiana. "Talmente da renderli disposti per amore di Cristo e come Cristo anche a soffrire le offese e le ingiurie di quegli stessi apparati del conformismo clericale che non hanno sopportato il dono della libertà dei figli Dio, il dono con cui il Mistero stesso ha reso preziosamente uniche le loro vite, a beneficio di tutti".

Raccomandato: