Banche: Abi, sofferenze nette in calo a 77,2 miliardi ad aprile

20 Giugno, 2017, 19:38 | Autore: Doriano Lui
  • Banche, Abi: a maggio prestiti +0,8%. Tassi al minimo storico (2,79%)

La raccolta bancaria da clientela residente è stata di 1.714 miliardi di euro.

Sulla base degli ultimi dati ufficiali, relativi ad aprile 2017, si conferma inoltre la ripresa del mercato dei mutui. Il tasso medio sulle nuove operazioni di finanziamento alle imprese risulta pari a 1,56%, era 1,53% il mese precedente (5,48% a fine 2007).

Su base annua il ribasso è dell'8 per cento, pari a -6,7 miliardi di euro. Il tasso medio ponderato sul totale dei prestiti a famiglie e società non finanziarie elaborato dall'Abi è risultato a maggio pari al 2,79%, in calo dal 2,81% il mese precedente. Sul totale delle nuove erogazioni di mutui circa i due terzi sono mutui a tasso fisso.

Le sofferenze nette che pesano sui bilanci delle banche italiane sono scese, nel mese di aprile, a quota 77,23 miliardi dai 77,85 miliardi registrati nel mese di marzo. Il livello registrato è il più basso da maggio 2014 e in forte diminuzione dagli 86,8 miliardi registrati nel dicembre 2016. Il rapporto sofferenze nette su impieghi totali si e ridotto a 4,42% ad aprile 2017 (era 4,89% a fine 2016 e 0,86% prima della crisi). Dalla fine del 2007, prima dell'inizio della crisi, ad oggi la raccolta da clientela è cresciuta da 1.549 a quasi 1.714 miliardi di euro, segnando un aumento - in valore assoluto - di quasi 165 miliardi.

In maggio Abi segnala un aumento dei depositi del 4,3%, un deflusso delle obbligazioni (-14,5%) con un saldo complessivo in leggero aumento annuo di 0,2% dal -0,1% del mese precedente.

Raccomandato: