Consip, Zanda: Discutere mozioni dopo assemblea dei soci

20 Giugno, 2017, 17:54 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Consip Padoan Dimissioni dirigenti Mef per difendere lavoro fatto

Il capogruppo del Pd Luigi Zanda ha ipotizzato un rinvio del dibattito a dopo il 27 giugno, data in cui l'assemblea dei soci nominerà il nuovo consiglio. Nel marzo scorso, il Senato ha respinto la mozione di sfiducia individuale a Lotti. Se le mozioni dell'opposizione venissero approvate, per il governo non ci sarebbero grosse conseguenze immediate: nell'ordinamento italiano, infatti, non sono legalmente vincolanti. "Con Marroni avevamo già un impegno precedente - ha detto Cantone - visto che ci occupiamo sempre delle gare della Consip". "Credo che il modo migliore per chiudere questa vicenda sia quello di arrivare al voto di queste mozioni sulla Consip", ha aggiunto Quagliariello, che insieme al collega Andrea Augello hanno il merito di aver posto per primi la contraddizione che si era aperta quando è scoppiato il caso e con la quale ancora oggi bisogna fare i conti: se il Pd ha difeso e difende il ministro Lotti, credendo alla sua versione dei fatti, perché non ha dimissionato subito l'ad Marroni?

Enrico Rossi, governatore Toscana ed esponente di Mdp: "con chi si schiera il Pd?" Tra le persone che Marroni ha indicato come fonte della fuga di notizie ci sono due alti ufficiali dei carabinieri: il generale Emanuele Saltalamacchia, all'epoca comandante regionale dei carabinieri toscani, amico di famiglia e conoscente di Matteo Renzi, e il comandante in capo dei carabinieri Tullio del Sette. "Vorrei ricordare a tutti che proprio grazie al Parlamento - aggiunge Romani - Padoan ha cambiato idea, arrivando a far dare le dimissioni ai due componenti del Cda".

"Non vedo le ragioni per cui non votare le mozioni in esame".

L'assemblea di Consip per la definizione del nuovo cda si terrà martedì prossimo, 27 giugno.

"Pertanto le comunicazioni di Padoan di oggi non sono dirimenti per portare al ritiro o alla decadenza delle mozioni". Il Pd ritiene inutile ora una discussione dal momento che due membri della società si sono dimessi facendo decadere di fatto l'intero Cda. Guerra annuncia anche che dopo la decisione di Grasso di dichiarare improponibile la parte della mozione in cui si fa riferimento alle dimissioni di Lotti, Gotor ne sta presentando un'altra per chiedere al governo di valutare comunque la posizione di Lotti.

"Sarebbe utile - ha proseguito Zanda - se questo nostro dibattito si svolgesse dopo giorno 27, dopo il rinnovo dei vertici Consip". Lo scrive il ministro dell'Economia Pier Carlo Padoan in una lettera indirizzata al presidente del Senato Pietro Grasso in merito alle mozioni su Consip.