Incendio Londra, Gloria Trevisan e Marco Gottardi sono morti nella Grenfell Tower

20 Giugno, 2017, 00:47 | Autore: Doriano Lui
  • 1 di 12        
        			         			                                             (adsbygoogle = wind

La notte del rogo di Londra, Gloria e Marco si sono accorti di quanto stava accadendo e hanno chiamato i parenti: "Mamma, mi sono resa conto che sto morendo". E continuano le polemiche per la mancata messa in sicurezza dell'edificio, che ha preso fuoco troppo rapidamente a causa di un rivestimento esterno facilmente infiammabile. Anche l'appello di un'altra insegnante, Karolina Hanusova, e' andato a buon fine ed ha fruttato 338.242 sterline. "Londra ha saputo offrirle ciò che meritava per le sue capacità".

I tre appelli hanno raggruppato in totale piu' di 66mila sostenitori, i quali, insieme alle donazioni, hanno anche mandato messaggi di solidarieta'. Un messaggio di condoglianze è stato rivolto dalla Regina: "I miei pensieri e le mie preghiere sono rivolti alle famiglie di quanti hanno perso loro cari nell'incendio della Grenfell Tower e a coloro ancora in condizioni critiche negli ospedali". E da quando la notizia si è diffusa, su Facebook si è scatenata la rabbia per il tragico epilogo di Gloria e Marco, soprattutto perché hanno trovato la morte in un Paese straniero solo per un lavoro e una vita migliore, due cose che nel Belpaese sono diventate un miraggio per i giovani. Dalle prime indagini è dunque emerso che i pannelli isolanti formati da due fogli di alluminio con uno strato interno di polietilene applicati con la ristrutturazione del 2015 non sarebbero stati del tutto ignifughi e potrebbero essere la causa della rapida propagazione delle fiamme su tutti i lati del grattacielo e fino ai piani più alti. Il papà di Gloria ha registrato alcuni di questi file, poi consegnati all'avvocato Sandrin. LA PREMIER CONTESTATA DA MANIFESTANTI È stata contestata dai cittadini infuriati, che le urlavano "vergognati, codarda", la premier Theresa May mentre era in visita in un centro di accoglienza per i superstiti nella tragedia della Grenfell Tower a Londra.

"Chiediamo a questo punto che vengano spenti i microfoni e le telecamere su questa vicenda e che venga rispettato il dolore di queste due famiglie", ha detto l'avvocato. Il comandante della polizia londinese ha dichiarato che le speranze di trovare sopravvissuti sono pressoché nulle.

Raccomandato: