Portogallo: incendio nella foresta, strage di turisti e bambini

20 Giugno, 2017, 13:40 | Autore: Santina Resta
  • Portogallo incendio nei boschi a Pedrogao Grande almeno 25 morti

L'Italia come anche la Francia ha già predisposto l'invio di aiuti e vigili del fuoco per cercare di aiutare i già 1500 pompieri a spegnere le fiamme ed uscire dall'emergenza.

Tra le vittime vi sono intere famiglie che hanno cercato di fuggire a piedi, uomini che sono rimasti carbonizzati nella propria auto e anche quattro bambini (Rodrigo e Bianca di 4 anni, e altri due non ancora identificati). I forti venti che interessano la zona hanno reso difficile il lavoro ai vigili del fuoco.

"Ci troviamo di fronte ad una delle più grandi tragedie degli ultimi tempi per un evento di questo tipo", ha detto il primo ministro lusitano Antonio Costa sottolineando la sua volontà di prendere misure affinché quanto accaduto non possa ripetersi.

Sono almeno 61 i morti - tra i quali 4 bambini - a seguito dell'incendio che ha colpito i boschi intorno a Pedrogao Grande nel centro del Portogallo. La polizia giudiziaria prosegue nelle procedure di identificazione dei cadaveri, mentre nel paese sono iniziati i tre giorni di lutto nazionale. Questa notte sul posto si è recato anche il capo dello Stato, Marcelo Rebelo de Sousa. Un soccorritore racconta: "Alcuni li abbiamo trovati ancora nella cabina, probabilmente asfissiati prima di bruciare". Hanno lottato. Terribile. Sembrava di essere a Pompei.

Altri corpi sono stati trovati nelle case in zone isolate. Relativamente risparmiato nel 2014 e 2015, il Portogallo l'anno scorso era stato duramente colpito da un'ondata di incendi che aveva distrutto centomila ettari di bosco sul continente. Le autorità hanno escluso l'origine dolosa, precisando che sarebbe stato un fulmine a scatenare l'incendio. "Quando si presentano non ci sono capacità di prevenzione che possano intervenire".

Raccomandato: