Usa abbattono jet siriano. Damasco insorge: "Così aiutano il terrorismo"

20 Giugno, 2017, 03:32 | Autore: Santina Resta
  • Siria, nuove tensioni tra Mosca e Washington: gli Usa sperano nel logoramento

La Russia, che a seguito dell'abbattimento dell'aereo ha parlato di "violazione cinica della sovranità della Repubblica araba siriana", viene così a sospendere i memorandum d'intesa con la coalizione, e nella nota del ministero si legge che con oggi "termina la cooperazione con la parte americana nel corso dell'operazione in Siria".

"Qualunque oggetto aereo, inclusi i jet e i droni della coalizione internazionale, identificato a ovest dell'Eufrate sarà seguito dai mezzi antiaerei russi, sia terrestri sia aerei, come bersaglio aereo nelle aree in cui l'aviazione russa è in missione di combattimento nei cieli siriani": lo annuncia il ministero della Difesa russo in risposta all'abbattimento di un jet siriano da parte delle forze Usa.

Secondo gli Usa, il jet siriano aveva sganciato bombe sulle Forze democratiche siriane impegnate contro i jihadisti dello Stato islamico.

Dopo l'episodio la Russia ha deciso di sospendere il memorandum con la coalizione internazionale, finalizzato a prevenire gli incidenti e a garantire la sicurezza dei voli militari in Siria. La Russia, attraverso il ministro degli Esteri Serghei Lavrov, si era detta subito "preoccupata" per l'abbattimento, aveva chiesto a "tutti" di evitare "azioni unilaterali", aveva messo in guardia Washington da nuovi attacchi alle forze governative siriane e aveva esortato il Paese a "rispettare la sovranità e l'integrità territoriale della Siria". Ma nelle ultime settimane è avanzato nella regione sud-orientale, verso il confine con l'Iraq e la Giordania, dove una vasta regione è controllata da milizie ribelli sostenute da Usa, Gran Bretagna e Amman. Il tutto proprio mentre le Sdf avanzano su Raqqa.

Queste dichiarazioni estremamente dure sanciscono la rottura dei rapporti di 'collaborazione' nelle operazioni aeree in funzione anti-ISIS che VVS (Voenno-vozdušnye sily Rossijskoj Federacii) e Coalizione Internazionale avrebbero condotto 'con lo stesso obiettivo' nello spazio aereo siriano.

Il giornalista siriano Alaa Ebrahim ha dichiarato a RT che ritiene che, abbattendo il jet siriano, Washington intende rivedere "linee rosse" nel conflitto siriano e dimostrerà che non tollererà il coinvolgimento delle forze armate del governo siriano nella liberazione Di Raqqa.

QAEDISTI - Forze più o meno affiliate ad Al Qaida e altri gruppi fondamentalisti islamici controllano la provincia nord-occidentale di Idlib, stretta tra quelle di Aleppo e di Latakia. Secondo Teheran, "un grande numero" di miliziani sono stati uccisi nell'attacco.

Raccomandato: