Ballottaggi, centrodestra fa filotto. Flop Pd

26 Giugno, 2017, 19:51 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Dal web

Il centrodestra vince abbastanza nettamente la seconda tornata delle amministrative e conquista una serie di Comuni guidati da anni dal centrosinistra. Secondo le prime proiezioni Ipr Marketing e i primi dati del Viminale il centrodestra è avanti un po' ovunque. Il centrodestra fa infatti filotto in tanti comuni, vincendo i ballottaggi piu' importanti: da Genova a Verona, da Catanzaro a L'Aquila. Il candidato sindaco uscente vince con il 57,9% sul candidato del centrosinistra Paolo Scarpa al 42,1%.

In base al primo exit poll dell'Istituto Piepoli per la Rai, a Genova Marco Bucci (centrodestra) è al 52-56%%, Gianni Crivello (centrosinistra) è al 44-48%. Nel 2012 la città era stata espugnata dal Movimento 5 Stelle con Federico Pizzarotti sindaco (nella foto sopra), dopo inchieste giudiziarie che avevano spazzato via la precedente esperienza di centrodestra e un centrosinistra che non aveva presentato proposte di rottura con il passato amministrativo. A Parma, però, a sorridere è il simbolo del dissenso interno al M5S, Federico Pizzarotti.

LA SPEZIA - Il centrodestra stravince a La Spezia.

A Pistoia ha vinto il candidato di centrodestra Alessandro Tomasi con il 54,28 per cento. Lo sfidante del centrosinistra, Roberto Scanagatti (48,67%) si arrende per poco più di mille voti.

Oltre ai tre i capoluoghi di regione, sono 19 i capoluoghi di provincia al voto: Alessandria, Asti, Belluno, Como, Gorizia, La Spezia, Lecce, Lodi, Lucca, Monza, Oristano, Padova, Parma, Piacenza, Pistoia, Rieti, Taranto, Trapani e Verona. Copertura del campione 10,0%, margine di errore 3,8%. Catanzaro vede "in pole" il candidato del centrodestra, Sergio Abramo, mentre a Trapani il centrosinistra corre contro.se stesso, perché il ritiro di Girolamo Fazio ha lasciato il candidato Pietro Savona con un unico obiettivo, avere il 50,1% dei votanti in una tornata elettorale ai limiti del paradosso e dove fa "rumore" l'appello di Grillo al non voto. Copertura del campione 50%, margine di errore 2,3%. Federico Barbierato si fa conoscere come il nuovo sindaco di Abano. L'esponente civica aveva già sfiorato la vittoria al primo turno, fermandosi al 48% dei voti mentre l'avversario Giovanni Secci aveva raccolto il 24% dei consensi e che al secondo turno incassa il 22,25%. A Taranto Rinaldo Melucci (centrosinistra) è al 49-53%, Stefania Baldassarri (centrodestra) al 47-51%.

Erano 4,3 milioni gli italiani oggi chiamati alle urne per il turno di ballottaggio nei comuni andati al voto l'11 giugno scorso e dove non è stato eletto il sindaco al primo turno. Sarà dunque un commissario a dover guidare il Comune fino alle prossime elezioni. Quel che è peggio, la sua candidatura è stata ancor meno aggregante al di fuori del perimetro tradizionale del centrosinistra. Sono le prime parole del neosindaco di Genova, arrivato al point di piazza Piccapietra nel pieno centro citta' pochi istanti prima dell'ufficialita' sulla vittoria del centrodestra al ballottaggio. Carlo Salvemini sta sovvertendo il risultato del primo turno (quando aveva ottenuto il 28,90%), grazie anche all'apparentamento con Alessandro Delli Noci (candidato di Udc e liste civiche) che aveva riportato il 16,90%. Affluenza ai minimi: il 47% circa, -12 punti sul primo turno.

È ferma al 31,40% degli aventi diritto l'affluenza alle urne, rilevata alle 19, per i ballottaggi delle elezioni comunali. Il dato riguarda 103 comuni e comprende le Regioni a statuto ordinario e la Sardegna.

Raccomandato: