Casa » Sport

Rossi show ad Assen Petrucci secondo, "Dovi" leader

26 Giugno, 2017, 19:29 | Autore: Eufebio Giannola
  • MotoGP Vinales Grazie Dovi oggi ho avuto paura

Rossi è apparso in Olanda in grande forma, autore di una prova eccezionale, capace di chiudere davanti a Danilo Petrucci alla fine di un duello serratissimo. Terzo Marc Marquez su Honda (li vedete nella foto di apertura mentre festeggiano).

Il Dottore torna al successo quasi un anno dopo l'ultima volta e si porta a -7 dal leader del mondiale Dovizioso: "Una vittoria che significa tanto". Al seocndo post passa Maverik Vinales. Insomma la partita per la vittoria del campionato è completamente riaperta. Dovizioso è arrivato quarto a 5.327, poi J.Milelr, Abraham, L.Baz, Iannone e A.Espargaro.

Nel finale arrivano alcune gocce di pioggia che favoriscono l'intraprendenza dei piloti Ducati, Danilo Petrucci e Andrea Dovizioso, con il primo che va a giocarsi la vittoria con il pesarese. "Assen è un posto speciale", ha detto Valentino dopo la gara.

Si è appena concluso il MotoGp d'Olanda che si è corso nel circuito di Assen.

La gara sul circuito olandese è stata una delle più belle degli ultimi anni e si è infiammata a 16 giri dal termine, quando Rossi ha guadagnato la testa e Petrucci il terzo posto. E non è un bell'annuncio.

Alla fine ha dato spettacolo con Crutchlow, "mi sono divertito", nonostante sapesse che Vinales fosse caduto.

Ad Assen tutto è pronto per un Gran Premio di quelli attesissimi, Valentino Rossi è alla ricerca del suo decimo titolo mondiale, ma c'è un Andrea Dovizioso scatenato ed un altrettanto incisivo Johann Zarco. A -14 giri dalla conclusione Petrucci è riuscito nell'intento.

Alla partenza i piloti temono un possibile acquazzone durante la gara, ma per ora il cielo è soltanto coperto e si partirà su pista asciutta.

La gara di Assen rivoluziona anche la classifica generale vista la caduta di Maverick Viñales al tredicesimo giro. "Non possiamo permetterci di lottare nelle prossime corse e quindi daremo il 100%". Dietro di loro ci sono, nell'ordine, Marquez, Pedrosa, Rossi e Zarco e sono tutti piuttosto vicini: hanno 88, 84, 83 e 75 punti. Intanto inizia a piovere, ma in testa non cambia praticamente niente, finché al 22esimo giro il pilota Ducati schizza in testa ammutolendo Rossi.

Raccomandato: