Una 'Mini Pompei' emerge dagli scavi della metro a Roma

26 Giugno, 2017, 18:09 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Archeologia

Il materiale rinvenuto "si conserva solo in eccezionali condizioni ambientali e climatiche - spiegano dalla soprintendenza speciale di Roma - oppure a seguito di eventi speciali come ad esempio accaduto a Ercolano e Pompei".

Mosaici, due vani di un edificio, gli scheletri carbonizzati di un cane e forse del suo cucciolo davanti a una porta: è stato probabilmente un incendio a fermare il tempo dei resti consegnandoli al futuro, e precisamente ai giorni nostri, mentre in via dell'Amba Aradam si stanno svolgendo i lavori per il tratto della metropolitana. "La scoperta del solaio ligneo carbonizzato rappresenta un unicum per la città". Ma soprattutto, per quanto riguarda il solaio, una assoluta "prima volta", ed è questo il fatto più clamoroso, per la storia di Roma antica. C'è anche lo scheletro di un cane rimasto intrappolato nell'incendio che avvolse la casa di epoca romana.

Negli strati pià alti sono state rinvenute ampie porzioni di mosaico pavimentale in bianco e nero del piano superiore dell'edificio e frammenti di intonaco dipinto delle pareti e del soffitto. "L'incendio che ha fermato la vita in questo ambiente ci permette di immaginare la vita in un momento preciso".

Raccomandato: