Ventimiglia / Quattrocento migranti provano a varcare il confine con la Francia

26 Giugno, 2017, 23:38 | Autore: Benvenuta Pasqualone
  • Migranti a Ventimiglia

Circa quattrocento migranti, in maggioranza sudanesi accampati a Ventimiglia sulle sponde del torrente Roja hanno lasciato la scorsa notte il campo di Ventimiglia e, accompagnati da due attivisti No Borders tedeschi, si sono diretti verso il confine francese. Con tutta probabilità, secondo fonti di polizia, attenderanno il buio per tentare di raggiungere il passo di confine da qui o dal passo di Granmondo. Dopo la tensione della notte scorsa, quando polizia e carabinieri hanno tentato di disperdere il gruppo sparando fumogeni, i profughi si sono divisi e sono riusciti a far perdere le loro tracce. Si appellano all'Europa sostenendo che il blocco delle frontiere da parte della Francia e degli altri paesi europei vuol dire calpestare i loro diritti. Per questo in accordo con i colleghi francesi, carabinieri e poliziotti italiani si alterneranno nella sorveglianza del passo a Olivetta mentre l'elicottero della police nationale pattuglia dall'alto la linea di confine. "Siamo qui da giorni, settimane, mesi". Al loro posto, sta sorvolando la linea di confine un elicottero della la gendarmeria che si occupa del controllo del territorio. Da quanto emerso, i migranti che non hanno proseguito il cammino, hanno raccontato di non voler rimanere in Italia, ma di essere intenzionati a raggiungere la Francia per "avere una vita dignitosa".

Una cinquantina si è fermata nella vicina frazione di Torri, dove è tutt'ora guardata a vista dalle forze dell'ordine.

La decisione di mettersi in marcia ha anticipato all'ordinanza firmata dal sindaco di Ventimiglia Enrico Ioculano, che aveva predisposto per stamani la pulizia del greto del fiume Roja.

"I migranti effettivamente hanno ragione, bussano a una porta e sarebbe molto bello che avessero una risposta in termini di umanità e accoglienza" ha dichiarato il vescovo della diocesi di Sanremo-Ventimiglia, Antonio Suetta.

Raccomandato: