Charlie, l'ospedale Bambin Gesù di Roma: "Portate il piccolo qui da noi"

04 Luglio, 2017, 03:26 | Autore: Fausta Monteleone
  • Charlie l'ospedale Bambin Gesù di Roma

Charlie Gard è un bambino nato con una grave malattia ereditaria chiamata mitocondriopatia, la quale non permette il funzionamento dei mitocondri, gli organuli che producono l'energia necessaria per il funzionamento delle cellule e delle funzioni vitali che queste svolgono. La loro richiesta era stata però respinta dalla Corte Europea di Strasburgo, che aveva ordinato di staccare la spina al neonato. "Sappiamo che il caso è disperato e che, a quanto risulta, non vi sono terapie efficaci - ha aggiunto - siamo vicini nella preghiera e, se questo è il loro desiderio, disponibili ad accogliere il loro bambino presso di noi, per il tempo che gli resterà da vivere".

"Le parole del Santo Padre, riferite al piccolo Charlie, ben riassumono la mission dell'ospedale Bambino Gesù", afferma il presidente, "per questo motivo, ho chiesto al direttore sanitario di verificare con il Great Ormond Street Hospital di Londra, dove è ricoverato il neonato, se vi siano le condizioni sanitarie per un eventuale trasferimento di Charlie nel nostro ospedale". Ma i suoi genitori non si arrendono: non vogliono spegnere le macchine che lo tengono in vita. Un invito alla famiglia è arrivato oggi anche dalla Cei.

Dopo l'appello di Papa Francesco, che tramite la sala stampa vaticana ha fatto sapere di seguire "con affetto e commozione" la vicenda auspicando che "non si trascuri il loro desiderio di accompagnare e curare sino alla fine il proprio bimbo" è arrivata anche la disponibilità da parte del Bambino Gesù. Il bambino è tenuto in vita solo grazie al supporto di macchinari specializzati che lo fanno respirare e assorbire le varie sostanze nutritive; il piccolo non vede, non sente, non può emettere suoni e non riesce a muoversi. "E qualora chiedessero un aiuto più concreto, offrirlo" ha concluso. La difesa della vita umana soprattutto durante la malattia. "Altrimenti è la 'cultura della scarto'".

Raccomandato: