Rottamazione Servizio ContiTu per scegliere le rate da pagare entro fine luglio

10 Luglio, 2017, 19:08 | Autore: Doriano Lui
  • Fisco arriva la guida per le spese sanitarie

Da oggi diventa più semplice e veloce richiedere online la copia della comunicazione inviata ai contribuenti in risposta alla richiesta di Definizione agevolata, la cosiddetta rottamazione delle cartelle.

Restano invariate le sedi degli sportelli, ma a partire da lunedì 3 luglio i contribuenti troveranno il nuovo logo, nuova modulistica, mentre le attività e i servizi saranno svolti in continuità con la precedente gestione, considerato che l'Agenzia delle Entrate-Riscossione subentra a titolo universale nei rapporti giuridici attivi e passivi, anche processuali, delle società del Gruppo Equitalia. La legge ha stabilito, infatti, il 15 giugno come scadenza entro la quale l'agenzia di riscossione, guidata da Ernesto Maria Ruffini, doveva spedire la risposta, comunicando l'ammontare delle somme dovute.

Sono poco più di 8mila i maxi-debitori che hanno aderito alla rottamazione delle cartelle della ex Equitalia. Tuttavia, non tutti i contribuenti hanno ricevuto la comunicazione. Il responso per coloro che hanno aderito alla definizione agevolata, e tuttora senza un riscontro da parte di Equitalia, arriverà nei prossimi giorni. Per fare qualche esempio si tratta di soggetti che hanno dimenticato di allegare il documento di identità o che non hanno individuato le cartelle o gli avvisi richiesti in definizione (i numeri riportati erano errati o mancava l'identificazione del soggetto).

Controllo online - Per avere una copia della propria situazione basterà compilare un apposito form https://www.agenziaentrateriscossione.gov.it/it/ senza necessità di password ma solo inserendo codice fiscale e la documentazione necessaria al riconoscimento e indicando la casella mail dove si vuol ricevere la comunicazione che la vecchia Equitalia già aveva inviato via raccomandata o per posta elettronica certificata. Entro il 31 luglio il versamento della prima rata, o del totale se si è optato per un unico pagamento. Esistono anche 4.231 contribuenti che si sono visti presentare un conto finale che varia tra i 2 e i 10 euro.

- direttamente agli sportelli di Agenzia delle Entrate - Riscossione. E questo a prescindere dall'entità dell'importo finale dovuto, così come spesso avviene nel caso di richiesta di definizione agevolata per carichi contenenti solo sanzioni tributarie che non comportano alcun pagamento per la loro rottamazione.

Raccomandato: