Camorra, 16 in manette. Anche un direttore di banca

12 Luglio, 2017, 16:35 | Autore: Santina Resta
  • Falsi invalidi

In corso anche un sequestro beni dal valore complessivo di 700 milioni di euro.

Il funzionario di banca faentino Domenico Sangiorgi, una delle 12 persone finite in carcere nell'ambito dell'operazione della Direzione distrettuale antimafia, era 'perfettamente consapevole dell'apporto che forniva all'associazione'. Ad operare alle prime luci dell'alba, il Nucleo della tributaria di Bologna, con il comando provinciale di Napoli e lo Scico di Roma.

Il gruppo ha base prevalentemente in Campania ed è attivo soprattutto nei settori degli investimenti immobiliari e delle truffe alle assicurazioni.

I capitali di provenienza illecita di cui l'organizzazione si impossessava, poi, venivano sistematicamente reimpiegati in investimenti immobiliari.

Sangiorgi, comunque, non era l'unico 'colletto bianco' che collaborava con l'organizzazione: oltre a lui, infatti, e' finito in manette anche il commercialista Antimo Castiglione, che 'organizzava con gli indagati i passaggi societari, preordinava tutti gli e'scamotages per eludere le investigazioni, e gestiva, anche direttamente, i patrimoni degli indagati'.

Quello di oggi rappresenta l'ultimo tassello di un'indagine durata anni e in cui era stato disposto anche il sequestro preventivo del complesso edilizio Parco Primavera di Melito che era stato costruito in maniera abusiva e dietro al quale si nascondevano legami tra imprenditori e criminalità organizzata.

Raccomandato: