Donna incinta e la figlia di 11 anni uccise a Parma

12 Luglio, 2017, 15:29 | Autore: Santina Resta

Una donna di 43 anni, Patience Nfum, e la sua figlioletta undicenne, Magdalene, sono state trovate uccise, massacrate a coltellate nella loro casa di via San Leonardo, alla periferia nord di Parma. La raccapricciante scoperta è stata fatta dall'altro figlio, Raymond di 25 anni, che ha trovato la mamma e la sorella riverse a terra. Raymond Nyantaky, dopo aver rinvenuto i corpi, ha avvisato una vicina e poi ha chiamato il 113.

Il cellulare del ragazzo, tra l'altro, risulterebbe staccato dal momento in cui sarebbe stato commesso l'atroce delitto: per questo motivo le indagini della Mobile di Parma, coordinata dal pubblico ministero di turno Paola Dal Monte, si sono concentrate su di lui. Il 21enne, è stato fermato nei pressi di Milano ed è a disposizione dell'autorità giudiziaria. La carriera da calciatore era finito anzitempo a causa dei suoi limiti comportamentali e caratteriali, nonostante l'esordio nelle giovanili del Parma e la vittoria di uno scudetto Allievi assieme a giocatori diventati famosi come Albert Cerri e Josè Mauri. Stava andando verso il Milan, ma l'allora responsabile del settore giovanile del Parma, Francesco Palmieri, lo aveva convinto a restare in gialloblù. La donna, originaria del Ghana, aveva 45 anni mentre la figlia, di 11, aveva appena terminato la prima media. Intorno alle 14.30, racconta una vicina, si sarebbero udite le urla della bambina, che avrebbe ripetutamente esclamato: "Mamma, mamma".

Alcuni testimoni hanno riportato di aver sentito la piccola vittima lamentarsi nel primo pomeriggio, prima del silenzio prolungato fino a sera. Il marito e padre delle vittime era invece in Inghilterra per lavoro al momento della tragedia.

La polizia sarebbe arrivata al maggiore sospettato del duplice omicidio poche ore dopo l'inizio della caccia all'uomo, con il ventunenne che sarebbe stato rintracciato in stazione, bloccato e portato in Questura per essere interrogato.

Raccomandato: